Tempo di lettura: 3 Minuti

Lo spacciatore di merendine e la “proposta che non potrà rifiutare”.

Dal contrabbando fra i banchi ai vertici dell'impresa. Lo studente dell'istituto Pininfarina di Moncalieri divenuto leggenda per il contrabbando di me

I college americani a caccia di giovani promesse del calcio Italiano
Google Science Fair 2016: in palio premi in denaro e formazione sul campo
Borsa di studio “Paolo Morales” per premiare i giovany fumettisti

Dal contrabbando fra i banchi ai vertici dell’impresa.

Lo studente dell’istituto Pininfarina di Moncalieri divenuto leggenda per il contrabbando di merendine durante la ricreazione torna a far parlare di sé.
Se allo scoppio della notizia già numerose aziende si erano mobilitate avanzando interessanti offerte di lavoro, in questi giorni è arrivata un’altra proposta che non è possibile rifiutare.

La Fondazione Einaudi sembra aver infatti contattato il ragazzo per l’assegnazione di una borsa di studio davvero insolita a dispetto della scuola che, al contrario, non sembra tornare indietro sulla decisione di punire il comportamento scorretto dello studente con la sua sospensione dalle lezioni.

“La sua storia ci ha colpito molto e mi sembra che la sua sia stata una scelta d’impresa applicata – ha dichiarato Giuseppe Benedetto, presidente della fondazione – Magari non avrà letto Luigi Einaudi o Friedrich von Hayek, ma la sua attività non credo sia da punire. Il suo è un esempio da seguire e non da perseguire”.
Il giovane studente sembra aver gradito i complimenti e ha accettato di buon grado la borsa assegnatagli che ammonterebbe a un centinaio di euro, un gesto simbolico per incoraggiare non solo il ragazzo ma anche gli altri enti a prendere le sue parti.

Se da una parte il mondo dell’imprenditoria lo acclama, dall’altra quello della scuola ancora prende tempo sul da farsi.
una cosa però è certa, la fortuna aiuta gli audaci!

Di Laura Messedaglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0