Tempo di lettura: 2 Minuti

Usa on the road, il tour di Zuckerberg che sa di campagna politica

Usa on the road, il tour di Zuckerberg che sa di campagna politica

Dal boss di Facebook l’idea che lo vedrà girare in macchina piccole e grandi città in tutto il paese. Cosa si nasconde dietro? A pensar male non si sb

Telefoni Huawei: addio Google!
Problemi con il numero chiuso anche all’Università di Palermo: l’Unu denuncia ma non ricorre al Tar
iPod Shuffle e Nano: addio

Dal boss di Facebook l’idea che lo vedrà girare in macchina piccole e grandi città in tutto il paese. Cosa si nasconde dietro?

A pensar male non si sbaglia mai potremmo dire, e in effetti segnali più chiari di questi non ce ne sono. Già aveva fatto fare sondaggi su una sua possibile discesa in politica, adesso un’idea “insolita” per un imprenditore digitale: 2017, “America on the road”, un viaggio in auto per tutti gli Stati Uniti, per conoscere i cittadini dei diversi luoghi.

In effetti la proiezione politica è molto forte, anche se commentando in un post l’iniziativa ha voluto così spiegare: “Ogni anno inizio una sfida personale per imparare cose nuove e crescere al di fuori del mio lavoro. Quella per il 2017 è visitare e incontrare persone in ogni Stato entro la fine dell’anno. Dopo un tumultuoso 2016, spero di parlare con più persone e capire come vivono, lavorano e pensano al futuro”.

Una mossa che per un politico in campagna elettorale sembra un classico, preludio di qualche nomination Democratica o Repubblicana? Intanto ha precisato le sue finalità: “Per decenni, la tecnologia e la globalizzazione ci hanno reso più produttivi e connessi. Questo ha creato molti vantaggi, ma per tanta gente ha anche reso la vita più impegnativa. Questo ha contribuito a dare un maggiore senso di divisione, dobbiamo trovare un modo per cambiare il gioco”.

Ma queste parole appaiono più l’aggiustamento di mira, non potrebbe sorprendere un #Zuckerberg2020…

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0