Tempo di lettura: 1 Minuti

Uno smartphone da “polso”: Royole FlexPhone

Uno smartphone da “polso”: Royole FlexPhone

Presentato al CES di Las Vegas come prototipo, questo cellulare con schermo e parti flessibile si può arrotolare totalmente. Sembra quasi il sostituto

Diritti LGBT: finalmente nei libri di storia
VMware: i nuovi corsi all’Università
Il falso mondo di Twitter: 48 milioni i profili non reali

Presentato al CES di Las Vegas come prototipo, questo cellulare con schermo e parti flessibile si può arrotolare totalmente. Sembra quasi il sostituto di uno smartwatch.

È da anni che si parla di tecnologia flessibile, prodotti adattivi a parti del corpo e varie innovazioni di questo tipo. Ora come ora si sembra sempre più vicini a tale produzione, grazie a un prototipo presentato negli States. L’azienda Royole ha presentato il FlexPhone, smartphone con display flessibile e componenti interne capaci di seguire i movimenti non lineari, senza subire danni nemmeno se arrotolato.

In sostanza è un comune smartphone, ma in modalità bracciale diventa anche un fitness tracker, dati i sensori posti sotto la scocca. Se arriva una chiamata, no problem! Si può rispondere o srotolandolo o come se fosse uno smartwatch. La particolarità non è solo l’innovazione, oltre alla resistenza all’acqua, ma anche avere tutte queste componenti, incluso il display, realizzate internamente dall’azienda Californiana. Per adesso si tratta di un prototipo, ma non è escluso che possa finire veramente nel mercato della telefonia mobile.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0