Tempo di lettura: 2 Minuti

Erasmus in tragedia: ventiquattrenne trovato morto a Valencia

Erasmus in tragedia: ventiquattrenne trovato morto a Valencia

È stato trovato ieri senza vita nella sua abitazione Giacomo Nicolai, studente italiano di ingegneria che stava vivendo un periodo di studio all’ester

Erasmus e lavoro? Il connubio esiste
Erasmus+: nuove mete oltre l’Europa
ErasmusFollia

È stato trovato ieri senza vita nella sua abitazione Giacomo Nicolai, studente italiano di ingegneria che stava vivendo un periodo di studio all’estero.

Dimenticatevi spensieratezza, divertimento e amici, tratti tipici delle esperienze Erasmus. Purtroppo non tutte vanno nel migliore dei modi, alle volte sono finite anche in tragedia (come successe precisamente l’anno scorso alle 20 ragazze dirette a Valencia che morirono nell’incidente del bus su cui viaggiavano sull’autostrada per Barcellona).

Saranno solo tragiche coincidenze ma fatto sta che

ieri Giacomo Nicolai, ventiquattrenne iscritto alla facoltà di ingegneria di Torino, è stato trovato senza vita nella sua stanza dagli amici con cui condivideva l’appartamento nella città di Valencia, dove si trovava per il suo progetto Erasmus.

Il ragazzo è stato trovato morto nel suo letto con un coltello piantato nel petto: gli amici hanno immediatamente allertato i sanitari e le forze di polizia ma non c’è stato nulla da fare, se non dichiararne il decesso.
Subito è parso chiaro, però, che si trattasse di morte violenta, probabilmente di suicidio come fanno sapere i portavoce della polizia spagnola: “Fin da subito è sembrato trattarsi di un caso di morte violenta e l’autopsia ha effettivamente confermato quest’ipotesi: una morte violenta di natura suicida senza intervento di terze persone”. Stesso epilogo viene confermato dagli esiti dell’autopsia: “Tre colpi con un coltello, l’ultimo dei quali sarebbe stato quello letale. Nessuna persona sospettata, dunque: si tratta di un suicidio”.

Giacomo era originario di Fermi ed era partito per Valencia per passare un breve periodo di studio all’estero durante la specialistica in ingegneria, dopo aver conseguito la laurea triennale ad Ancona. Era un ragazzo impegnato anche nel sociale, tanto da militate attivamente nel gruppo dei giovani di Forza Italia.
Subito i genitori, molto conosciuti nella città di residenza, sono volati a Valencia per partecipare alle attività della polizia e per riportare il corpo del ragazzo in Italia.

Sono notizie che non vorremmo mai sentire, soprattutto quando si parla di un giovane ragazzo impegnato, con tutta la vita davanti. Purtroppo non resta che dover accettare quanto accaduto pur domandandoci cosa è passato per la testa di Giacomo Nicolai, descritto da tutti come un ragazzo solare e senza problemi…ma forse questo è quello che gli altri esternamente vedevano.

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0