Tempo di lettura: 2 Minuti

Consiglio d’Istituto cercasi: che fine ha fatto la politica studentesca?

Consiglio d’Istituto cercasi: che fine ha fatto la politica studentesca?

Nel 1974 è stata introdotta una legge che prevedeva obbligatoriamente per ogni scuola un consiglio d’istituto. Oggi, a distanza di più di quarant’anni

Un’intelligenza artificiale per diventare superstar dei Social network
Yalp: l’app per tradurre la musica in accordi.
Scuole superiori, ecco i risultati della “caccia” agli iscritti

Nel 1974 è stata introdotta una legge che prevedeva obbligatoriamente per ogni scuola un consiglio d’istituto. Oggi, a distanza di più di quarant’anni, ci sono scuole che ancora ne sono prive.

Stiamo parlando di circa 90 istituti omnicomprensivi sparsi in tutta Italia. Il consiglio d’istituto è una risorsa importantissima per le scuole, grazie alla quale genitori e docenti possono confrontarsi e prendere anche delle decisioni insieme.

Il problema degli istituti omnicomprensivi, nati nel 1998, pare essere quello che raggruppino più ordini scolastici, dalla scuola dell’infanzia a quella superiore, e ciò evidentemente ha creato negli anni un problema organizzativo e una lacuna da parte delle nostre leggi.

Dopo anni però, alcuni genitori dell’istituto omnicomprensivo musicale statale di Milano si sono ribellati ed hanno scritto una lettera di protesta alla ministra dell’istruzione Valeria Fedeli, manifestando tutto il loro disappunto e la loro necessità di avere, come le altre scuole, un consiglio d’istituto, organo fondamentale.

Questa questione però è ben nota al ministero, e se non si sono presi provvedimenti fino ad ora è perché probabilmente ci sono state altre priorità.

Inoltre c’è la possibilità che sia necessario aspettare qualche altro anno affinché si possano apportare ulteriori modifiche che consenta anche a questi istituti di avere un consiglio d’istituto.

Ci auguriamo però che la situazione possa essere risolta al più presto e che le esigenze di questi genitori, che hanno tutto il diritto di partecipare alle decisioni scolastiche prese in merito alla vita dei loro figli, siano presto soddisfatte.

#FacceCaso

Di Sara Fiori

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0