Tempo di lettura: 3 Minuti

Studenti in Polonia, ricordo della Shoah!

Studenti in Polonia, ricordo della Shoah!

Da oggi la Comunità di Sant'Egidio nei luoghi dello sterminio in Polonia, per non dimenticare. Si chiama “Giovani europei per un mondo senza violenza

Sicilia : i presidi si dividono a metà
Pavia: da settembre 103 prof in più
Alternanza scuola-lavoro: a che punto siamo?

Da oggi la Comunità di Sant’Egidio nei luoghi dello sterminio in Polonia, per non dimenticare.

Si chiama “Giovani europei per un mondo senza violenza” ed è un Incontro Internazionale promosso dalla Comunità di Sant’Egidio.

Giunto alla V edizione, quest’anno si terrà in Polonia dal 21 al 24 settembre e coinvolgerà più di 500 ragazzi. Studenti universitari e delle scuole superiori, provenienti da Cechia, Polonia, Romania, Russia, Slovacchia, Ucraina e Ungheria.

I giovani ascolteranno la testimonianza di Rita Prigmore, donna sinti di Wurzburg vittima degli esperimenti medici dei nazisti. Poi visiteranno i campi di Auschwitz e Birkenau. Qui depositeranno alcune corone di fiori ai piedi del monumento dedicato alle vittime dei lager. Le corone di fiori, come si apprende direttamente dal sito della Comunità, simboleggeranno l’impegno nel contrastare qualsiasi forma di violenza e razzismo.

Una mobilitazione per la pace in piena continuità con un altro Incontro Internazionale svoltosi a Barcellona dal 25 al 27 agosto scorso, dal titolo “More Youth, More Peace”. Non solo, i Giovani per la Pace, movimento di ragazzi e ragazze di Sant’Egidio di vari paesi europei e di altri continenti, sono costantemente attivi in Europa, specie nella zona centro-orientale, dove offrono assistenza ininterrotta ad anziani, ROM e bambini.

Insomma, la Comunità di Sant’Egidio sembra aver compreso appieno l’apporto che possono offrire le nuove generazioni in fatto di solidarietà e trasmissione della memoria di stragi come la Shoah. Il tutto ovviamente con il solo scopo di evitare in futuro tragedie simili, mantenendo questo clima di pace e serenità che ci rende tutti più…umani.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0