Tempo di lettura: 1 Minuti

Regole da caserma in una scuola inglese, i genitori denunciano il preside sui social

Regole da caserma in una scuola inglese, i genitori denunciano il preside sui social

Scuola inglese rivoluzionata del nuovo preside, i ragazzi non posso più sgarrare. Siamo a Norfolk in Inghilterra, alla Great Yarmouth High School, qu

La storia del ragazzo disabile di Bagno a Ripoli
Il problema di genere dell’università
Mosca: un’Università “spaziale”

Scuola inglese rivoluzionata del nuovo preside, i ragazzi non posso più sgarrare.

Siamo a Norfolk in Inghilterra, alla Great Yarmouth High School, quest’anno gli alunni al ritorno dalle vacanze hanno trovato tutto cambiato. Il nuovo preside ha rivoluzionato le regole della scuola per fare in modo che i ragazzi possano migliorare le loro prestazioni scolastiche. Vediamo come.
Il nuovo preside ha deciso di scrivere in un prontuario le 10 regole della scuola e non sono proprio “soft”

  • Innanzi tutto i ragazzi sono pregati di andare a letto alle 21.30, con lo scopo di essere belli svegli e pronti per la lezione del giorno dopo.
  • Con i professori gli studenti devono essere sorridenti, niente facce stanche o arrabbiate in classe!
  • A fine lezione ragazzi e ragazze devono ringraziare il professore.
  • Se a qualcuno accidentalmente dovesse venire il mal di pancia non potrebbe lasciare l’aula.
  • Se il mal di pancia dovesse causare nausea e vomito il giovane può vomitare in un secchio in classe.
  • Inoltre i professori sono invitati a punire chi disobbedisca addirittura mettendo in “isolamento” gli alunni, specialmente quelli che non indossano l’uniforme perfettamente e quelli che masticano delle gomme.

Beh, che ve ne pare? Io penso che sia scandaloso. Penso non ci sia nulla di più sbagliato. Penso che quel preside dovrebbe immediatamente essere dimesso dal suo ruolo.

L’odio genera odio e la violenza genera violenza, diceva Martin Luther King.

Sono fermamente convinta che con l’imposizione di regole rigide e dispotiche non si raggiunga nessun beneficio. Mi chiedo solo perché i docenti, il personale, gli studenti e ed i genitori non abbiano ancora preso dei provvedimenti.
Voi che ne pensate?

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0