Tempo di lettura: 3 Minuti

Le migliori università all’estero secondo gli education consultants

Le migliori università all’estero secondo gli education consultants

Sono esperti di atenei stranieri e per circa 250 € all’ora ti consiglieranno gli step per iscriversi all’estero: gli education consultants guidano ogn

Parma: studentessa disabile discriminata dalle “amiche”
Vita di coppia e vita più lunga. W la vita al TG USA 2.0
MIT technology review: sul palco tre italiani

Sono esperti di atenei stranieri e per circa 250 € all’ora ti consiglieranno gli step per iscriversi all’estero: gli education consultants guidano ogni anno migliaia di ragazzi e consigliano in particolare queste mete, per passare da tre a cinque anni nelle migliori università del mondo.

 

Ogni anno 50 mila nostri compagni di classe non partecipano più agli aperitivi e alle feste dopo la maturità. Li vedremo invece sorridenti nelle loro storie di Instagram, a qualche festa universitaria di qualche grande città inglese, francese, tedesca o americana. E questo, grazie anche alle dritte degli education consultants. 

Sempre più studenti italiani scelgono per l’università mete come Londra, come l’Austria, la Francia, la Svizzera, la Spagna e la Germania. Altri cambiano continente per sbarcare in America. Queste infatti, in ordine di affluenza, le nazioni più gettonate.

Le opzioni sono tante, forse troppe per chi decide di rivolgersi a degli education consultants, appunto. Questi sono dei consulenti professionisti che consigliano le famiglie e le guidano attraverso le scelte che porteranno poi all’”application”, ossia alla domanda di iscrizione.

Due di loro hanno stilato per il Corriere della Sera una lista di combinazioni di facoltà e città che per sbocchi lavorativi, costi ed affidabilità rappresentano il top delle scelte:

  • Medicina : la meta migliore e più prestigiosa è quella inglese, ma entrare è davvero difficile. Oltre a passare i temutissimi test BMAT, è necessaria una conoscenza dell’inglese ottima. Ma soprattutto un’eccellente preparazione in chimica, biologia e fisica.Materie in cui, a quanto dicono gli education consultants, gli studenti inglesi sono molto più preparati, alla fine del liceo, rispetto a quelli italiani. Anche in America le università sono prestigiose, ma nell’era di Trump la permanenza nel Paese è traballante e perciò sconsigliata.Ottime le università di Maastricht e Groningen, con la sola difficoltà del dover, dopo i primi tre anni in Inglese, seguire le lezioni in olandese. Sconsigliate le università spagnole.
  • Economia: Come sempre la più consigliata è il Regno Unito, dove però sono molto esigenti le richieste di voti alti in matematica. Le università migliori sono Oxford, Cambridge, UCL ed ovviamente la LSE.Anche nel resto di Europa ci sono ottime facoltà di economia, oltre alla nostra Bocconi. Una meta consigliata è per esempio la Svizzera. Buone anche quelle americane ed orientali, ma con costi eccessivi.
  • Ingegneria: Usa e Regno Unito le migliori, con la differenza che in Usa ci si specializza strada facendo, mentre in Inghilterra bisogna sapere subito bene che strada si prenderà.
  • Scienze politiche: le università più consigliate sono quelle dell’East Coast americana, come Yale o Georgetown. Gli studenti italiani sono molto predisposti a questo tipo di scelta e studi. Ottime in Inghilterra le LSE e SOAS.
  • Arte e Architettura: oltre alle onnipresenti Usa e UK, che però richiedono un ricco e vario portfolio, una meta molto consigliata è la scuola di Mendrisio in Svizzera.

Da anni nel campo, gli education consultant potranno aiutarti se l’organizzazione fin nei minimi dettagli non è il tuo forte.

#FacceCaso

 

Di Alessandro Luna

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0