Tempo di lettura: 1 Minuti

Searchr, una sfida a Spotlight di Apple

Searchr, una sfida a Spotlight di Apple

Searchr punta a competere con il sistema per le ricerche Apple Spotlight. Sarà in poco tempo un’app comodissima per la ricerca su più fronti. Searchr

Cyber bullismo: informiamoci sempre!
Android ha compiuto 10 anni
La medicina diventa alternanza scuola-lavoro

Searchr punta a competere con il sistema per le ricerche Apple Spotlight. Sarà in poco tempo un’app comodissima per la ricerca su più fronti.

Searchr è il nome con cui questa app prova a far concorrenza a uno strumento Apple… dal suo stesso Store! In cerca di finanziamenti su Indiegogo, è un’applicazione gratuita per iOS.
Ha la funzione di creare delle liste di fonti per le nostre ricerche.

Se noi ad esempio vogliamo cercare nomi di aziende su Safari o altre parti, creiamo all’interno dell’app la lista “Brand”, oppure attraverso immagini, notizie o files.
Una sorta di personalizzazione e organizzazione delle nostre ricerche, in modo da incanalarne più di una e risparmiare tempo. Utilizziamo così più canali di “esplorazione” senza però perderci alcun indizio, semplicemente riorganizzandolo su Searchr.

Per usarla al meglio conviene separare i canali nelle liste a seconda delle attività. Una lista pronta per ogni situazione e luogo.
È possibile inoltre scegliere in quale ordine vedere i risultati di ricerca e condividere liste con altri utenti. Il servizio è compatibile con moltissimi devices e altri applicazioni. Ricordiamo tra i molti App Store, iBooks, iOS eventi, eBay, Google Drive, Mappe iOS, iTunes Store. Ma ancora TMDb, Podcast, Evernote, Dropbox, Bing, Apple Music, Amazon, SoundCloud, Youtube, Wikipedia e Twitter.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0