Tempo di lettura: 3 Minuti

Il castello di Vicari apre le porte all’alternanza scuola-lavoro

Il castello di Vicari apre le porte all’alternanza scuola-lavoro

Un modo originale per fare pratica con le lingue straniere. Accompagneranno i visitatori alla scoperta del museo di Vicari. #FacceCaso. 20 studenti d

Adesso il supermercato Amazon è quasi pronto
Indeciso sulle elezioni del 4 marzo? Arriva il navigatore elettorale
La tua vita in 21 immagini: vizi e insicurezze che non vogliamo proprio accettare

Un modo originale per fare pratica con le lingue straniere. Accompagneranno i visitatori alla scoperta del museo di Vicari. #FacceCaso.

20 studenti dei licei classico e scientifico dell’istituto superiore XXV Aprile di Pontedera faranno alternanza scuola-lavoro nel castello dei Vicari.

I ragazzi acquisiranno competenze che potranno spendere in futuro anche nel mercato del lavoro. Un modo originale per fare pratica con le lingue straniere e con attività a diretto contatto con il pubblico.
Accompagneranno i visitatori alla scoperta del museo.

“Come amministrazione comunale abbiamo voluto, anche per questo 2017, organizzare un percorso di alternanza scuola lavoro con i ragazzi degli istituti superiori. Forti dell’esperienza positiva dello scorso anno. Siamo consapevoli della necessità che hanno oggi gli studenti di trovare strutture in cui poter fare esperienze concrete. Utili per potersi orientare nelle loro scelte professionali.

E il castello dei Vicari, grazie anche alla disponibilità dell’associazione culturale che lo hai gestione, è sicuramente il posto adatto per fare pratica sotto molti punti di vista. Da quello prettamente turistico e promozionale a quello storico e museale, senza tralasciare il fatto che, oltre alle varie attività che possono svolgere, i ragazzi vengono a stretto contatto con il passato dei nostri territori attraverso una modalità molto più accattivante della classica lezione in classe.

E questo grazie alla multimedialità stessa che contraddistingue nostro allestimento museale. Ci sono tutte le premesse, insomma,  perché gli studenti arricchiscano il loro percorso formativo attraverso una esperienza pratica e anche divertente, che mi auguro che permetta loro di acquisire competenze e strumenti utili per districarsi nella vita di tutti i giorni e in futuro anche il mondo del lavoro”. Commenta il sindaco Mirko Terreni.

“Per questo un ringraziamento va all’istituto superiore XXV Aprile con cui abbiamo firmato quest’anno una convenzione triennale per sviluppare e organizzare.

Oltre a quello attualmente in corso, ulteriori progetti di alternanza scuola lavoro. Convinto che questo sia uno strumento che realmente può agevolare le scelte professionali future degli studenti. Attraverso la conoscenza diretta del lavoro”. Conclude il sindaco.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0