Tempo di lettura: 1 Minuti

La Silicon Valley sta cambiando

La Silicon Valley sta cambiando

Campanello d’allarme per la Silicon Valley, dove la sede di San Francisco non è passata tra le candidate a ospitare Amazon. Cosa succede nel tempio de

Amazon e Well Fargo & CO insieme per un prestito che copre gli studi
Gli smart speaker sorpassano gli smartwatch
E se Google stesse pensando all’ ecommerce?

Campanello d’allarme per la Silicon Valley, dove la sede di San Francisco non è passata tra le candidate a ospitare Amazon. Cosa succede nel tempio della tecnologia?

Ci siamo sempre immaginati la Silicon Valley come un luogo incantato, dove il tasso di ricchezza è elevatissimo grande alla moltitudine di imprese.
Start up, giganti del web, della tecnologia, dei social. Un connubio felice di benestanti, menti brillanti e intellettuali dediti a ripensare la società del futuro.

Ma qualcosa sta cambiando in quel tempietto alle porte di San Francisco. Ci sono stati alcuni segnali che si sono susseguiti. L’etica mancata di Apple nella vicenda delle batterie, la crisi di molte startup rivelatesi una bolla inutile. Infine Amazon che ha scartato come candidata a prossima sede della società proprio San Francisco.

Uno smacco notevole per un meccanismo che si credeva essere perfetto. Raccogliere tutto il meglio della tecnologia in un unico spazio, a contatto l’uno con l’altro, come se fosse un universo parallelo, ma dentro il pianeta terra. E così gli Dei della Silicon Valley si riscoprono mortali, proprio come noi, con pregi e difetti, che inevitabilmente trasmettono alle società di cui fanno parte.

E poi si apre il grande pericolo di questo micro sistema: di non essere l’unico al mondo. Cominciano sempre più a farsi forti le possibilità che in un futuro neanche lontano i centri high tech possano finire da altre parti del globo. Magari lì dove la tecnologia sta crescendo sproporzionatamente, come India e Cina. Qui il mercato è in fermento, con una richiesta sempre più alta e una formazione di offerta che sta diventando significativa.

A Pechino ad esempio si concentrano sempre più giganti tecnologici e digitali con gli occhi a mandorla. Sono pronti a fare concorrenza a livello mondiale proprio al modello a cui si sono ispirati, quello americano. E quest’ultimo saprà cogliere la sfida o crollerà come risvegliandosi da un sogno che si tramuta in incubo?

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0