Tempo di lettura: 2 Minuti

Liceo Virgilio occupato

Liceo Virgilio occupato

Il Virgilio di Roma è occupato da ieri pomeriggio. Oltre 400 studenti sono entrati nella scuola e hanno bloccato le attività. Quali sono i motivi? Un

ENEA e Alternanza Scuola-Lavoro
Docenti verso il pensionamento
Molise in lotta contro la legge 107

Il Virgilio di Roma è occupato da ieri pomeriggio. Oltre 400 studenti sono entrati nella scuola e hanno bloccato le attività. Quali sono i motivi?

Una domenica pomeriggio come tante. Forse per chi era a casa a vedere il campionato o in gita da qualche parte. Non per i ragazzi dello storico liceo Virgilio di Roma, che hanno compiuto la più classica e storica azione studentesca: l’occupazione. Da ieri alle 17 infatti il loro istituto è in mano a 400 ragazzi, che hanno sospeso così le lezioni di giornata.

Questa situazione, che è di fatto illegale, nasce come protesta a ciò che è successo nello stesso istituto. Una porzione del tetto dell’edificio è infatti crollato sabato 7 ottobre, a dimostrazione di un’edilizia scolastica priva di manutenzione.
Una spiegazione data in un comunicato del Collettivo Autorganizzato Virgilio su Facebook.

“Oggi in più di 400 abbiamo occupato la nostra scuola. Questa mobilitazione, sostenuta dalla maggior parte degli studenti e delle studentesse del Virgilio, parte dalla necessità di prendere parola collettivamente rispetto al crollo di una porzione di tetto avvenuto sabato 7 ottobre nel nostro istituto e dal bisogno di costruire una protesta ampia sul tema dell’edilizia scolastica e non solo”.

L’idea è che la protesta possa espandersi agli altri istituti di Roma con gli stessi problemi del Classico di Via Giulia. Nella succursale le lezioni procedono regolarmente, ma nel centrale gli studenti sono ben organizzati e puntano a resistere. In ogni caso la preside Carla Alfano ha comunicato che procederà nella denuncia dell’atto.
Staremo a vedere già nelle prossime ore come proseguirà il tutto. Stay Tuned!

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0