Tempo di lettura: 1 Minuti

Mastodon, un social per ricreare il Twitter delle origini

Mastodon, un social per ricreare il Twitter delle origini

Mastodon è una novità social, che punta a diventare un clone open source del ben più celebre Twitter. Riuscirà nel suo obbiettivo? Mastodon sta cresc

La medicina diventa alternanza scuola-lavoro
In una scuola a Via Goldoni i bambini senza vaccini restano fuori
Snapchat : i teenager degli Stati Uniti la mettono al primo posto

Mastodon è una novità social, che punta a diventare un clone open source del ben più celebre Twitter. Riuscirà nel suo obbiettivo?

Mastodon sta crescendo in verità. Questa nuova piattaforma digitale, che si prefigge l’obbiettivo di sembrare il vecchio Twitter, pare avere effetto.

È definito un “clone open source decentralizzato” dell’uccellino azzurro. Lì dove quest’ultimo si modifica e aggiorna, tanto da snaturare e perdere utenti, questo torna indietro.
L’idea è di Eugen Rochko. Sviluppatore di software tedesco che, stanco delle ultime novità di Twitter, si è messo in testa in pochi mesi di farne uno alternativo: Mastodon.

Mastodon sarebbe un Mammut, elefante ( logo) , ma in questo caso il riferimento va ad una band di cui il fondatore è appassionato.
In Italia non è ancora molto utilizzato, ma in un mese il numero di utenti ha dilagato. Da circa 22.000 su di un solo server in Germania, ad oltre 650.000 su quasi 1700 server in tutto il mondo.
Mastodon sarebbe un Mammut, elefante ( logo) , ma in questo caso il riferimento va ad una band di cui il fondatore è appassionato.
In Italia non è ancora molto utilizzato, ma in un mese il numero di utenti ha dilagato. Da circa 22.000 su di un solo server in Germania, ad oltre 650.000 su quasi 1700 server in tutto il mondo.
Dopo il lancio sul web lo scorso aprile si è poi arrivati a 50.000 utenti, tanto da crashare il server.
Una crescita inevitabile di cui presto racconteremo gli ulteriori sviluppi.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0