Tempo di lettura: 2 Minuti

Attenti al rincaro! Nelle città universitarie gli affitti costano sempre di più

Attenti al rincaro! Nelle città universitarie gli affitti costano sempre di più

Ecco tutto quello da sapere sui contratti per gli affitti degli studenti. Nelle capitali dello studio i costi delle case si continuano ad alzare, ma n

Studenti in tenda a Palermo per intoppi nell’assegnazione degli alloggi
Fuorisede e affitti da capogiro
Universitari mammoni?

Ecco tutto quello da sapere sui contratti per gli affitti degli studenti. Nelle capitali dello studio i costi delle case si continuano ad alzare, ma non in tutte le città.

Gli studenti fuori sede, fra le tante difficoltà, hanno anche quella di doversi trovare una nuova casa. La rete immobiliare Solo Affitti ha fatto un’indagine che ha dimostrato come i prezzi degli affitti nelle città universitarie italiane sia in continuo cambiamento. In generale gli affitti stanno salendo, tanto che nell’ultimo anno la media si è alzata del 4%. Per le stanze singole del 5%.

Ma non tutte le città seguono lo stesso trend. Per esempio a Genova e Bologna gli affitti sono aumentati di prezzo rispettivamente del 29% e dell’11%. Mentre al Sud i prezzi sono calati anche del 20%. Anche Torino ha aumentato i suoi prezzi di più del 10%, mentre ad abbassarsi sono gli affitti di molte città, come:

  • Catania (-17%)
  • Perugia (-11%)
  • Palermo (-10%)
  • Roma (-10%)

Aumenti a parte, la situazione è quella degli ultimi anni. I posti letto più cari sono quelli milanesi, che per una stanza singola richiedono 525 euro. A Roma la singola costa 398 euro e a Bologna 342 euro. Secondo Solo affitti, le altre città per una stanza singola fanno pagare in media:

  • Firenze: 333 euro
  • Siena: 300 euro
  • Torino: 303 euro
  • Bari: 250 euro

Nelle città universitarie il contratto più usato per gli studenti è quello a canone concordato. Viene infatti usato nel 46% dei casi. In città come Milano, invece, non viene preferito perché il canone concordato è di troppo inferiore rispetto alla media di mercato. Come abbiamo già detto, Milano è la città dove un posto letto costa di più.

Nel 17% dei casi è utilizzato il contratto transitorio, mentre nel 14% dei casi è usato il contratto libero 4+4. Milano è la città che ne usufruisce di più. Bari è l’unica città a preferire il contratto a posto letto.

#FacceCaso

Di Alessandro Luna

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0