Fuoriclasse? Si, ma a scuola. Scopriamo chi sono!

Fuoriclasse? Si, ma a scuola. Scopriamo chi sono!

Giovani talenti italiani crescono. Fuoriclasse che non eccellono con la palla tra i piedi, ma con il cervello. Stelle nascenti pronti a spiccare il vo

Violenza sulle donne, chi tutela le studentesse?
ENEA e Alternanza Scuola-Lavoro
Quando l’occupazione costa cara.. letteralmente

Giovani talenti italiani crescono. Fuoriclasse che non eccellono con la palla tra i piedi, ma con il cervello. Stelle nascenti pronti a spiccare il volo.

Sono le eccellenze che oggi la scuola premia con il progetto ” I Fuoriclasse della scuola”. E loro vincitori delle Olimpiadi curate dal Miur, hanno tanti motivi per esultare. In primis perché riceveranno borse di studio da 1.500 euro l’una, finanziate da enti privati. Ma non finisce qui. I ragazzi parteciperanno anche a un campus sull’educazione finanziaria, che si svolgerà al Museo di Risparmio di Torino.

Un’occasione per acquisire competenze economiche utili nella vita e nel lavoro. Insomma un premio meritato per aver dimostrato di essere i migliori. Giunto al secondo anno di vita, il progetto ” I Fuoriclasse della scuola ” ha l’obiettivo di valorizzare gli studenti eccellenti non solo nel presente, ma anche in futuro. Con l’iniziativa si promuove il merito, e si mette in luce che il settore privato, attraverso premi in denaro, è pronto a scommettere su chi ha talento da vendere.

E loro studenti “fuoriclasse” ne hanno davvero tanto. Come Giovanni Scalabrin classificatosi al primo posto nelle sezione Civiltà classica alle Olimpiadi di Latino e greco. Uno che ha confidenza con i premi e che già alle medie si è distinto per le sue qualità, ottenendo premi e riconoscimenti. Uno studente modello con un grande interesse per le lingue classiche. E che alla domanda su chi sia il suo esempio  di vita risponde senza esitazioni

“Seneca. “Mi piace molto il messaggio che lascia, l’importanza del tempo e come lo sfruttiamo spiega.

E in futuro vuole investire il suo tempo per studiare medicina.

“Sto già iniziando a fare qualche test per non arrivare a improvvisare una preparazione in estate.

La grande passione di Sophie Barbieri è l’economia. Lei vincitrice dell’edizione 2017 delle Olimpiadi di economia del Miur, si è aggiudicata il gettone per partecipare al Festival di Trento. Padre operaio, mamma casalinga, ha affrontato sempre le difficoltà scolastiche con impegno e eccellenti risultati. Si augura di lavorare nelle istituzioni, meglio se all’estero.

“Sarà un cambiamento radicale ma bisogna crescere.”

#FacceCaso

Di Luca Pennacchia

COMMENTS

WORDPRESS: 1
  • comment-avatar
    Nicolini Romano 6 giorni

    Ammiro i fuoriclasse di oggi ma sostengo che bisogna incrementare la cultura di base per tutti. Essa non produce denaro ma è alla base per tutto. Una cultura che serve a tutto ( anche a Zuckerberg per inventare Facebook, ottimo latinista) è quella della conoscenza delle basi della lingua latina. Chi vuole collaborare per questa battaglia, mi contatti tramite email: rcnico@tin.it

  • DISQUS: 0