Tempo di lettura: 1 Minuti

Le università milanesi tra le migliori al mondo

Le università milanesi tra le migliori al mondo

Il Financial Times inserisce il Politecnico di Milano e SDA Bocconi all'interno della classifica mondiale delle migliori università che offrono corsi

Università social, ecco la classifica di Voices from the Blogs: La Sapienza prima
Università, ecco la classifica Censis delle migliori in Italia
Classifiche universitarie: 1° Harvard!

Il Financial Times inserisce il Politecnico di Milano e SDA Bocconi all’interno della classifica mondiale delle migliori università che offrono corsi business.

Con tutti i grandi problemi che hanno le nostre università, non possiamo però certo negare che abbiamo delle vere e proprie eccellenze in casa nostra.

Infatti, da sei anni a questa parte, la School of management del Politecnico di Milano, il Polimilano, è stata inserita all’interno della lista che prevede le migliori strutture di business al mondo. L’Executive Eduction 2016, stilato proprio oggi dal Financial Times e che punta a premiare le migliori offerte formative presentate dalle scuole di management insieme alle aziende clienti ed erogata ai manager, ha voluto premiare l’università milanese per diversi meriti. Il ranking di giudizio adoperato è diviso in due classi: uno a catalogo e su misura, che sommati offrono il risultato della classifica finale. Tra le qualità che ha mostrato la “nostra” università, risulta essere molto importante il rapporto che viene instaurato tra l’ateneo e le imprese, creando una collaborazione volta a costruire un percorso formativo che non terminerà alla conclusione della stessa. Ma non solo: il Polimilano si impegna a fornire un corpo docente formato ed istruito, che può lavorare con strumenti innovativi e che possa avere un rendiconto sia economico sia come avanzamento di carriera. Inoltre, garantisce uno stretto rapporto con le altre scuole di business e l’aula e la faculty internazionali.

Ma il capoluogo lombardo non si differenzia solamente per il politecnico. L’altra eccellenza accademica è sicuramente la Bocconi. L’SDA Bocconi infatti, come il “fratello” Politecnico,  è entrata a far parte della prestigiosa lista che il giornale britannico ha pubblicato proprio quest’oggi. Sotto il parametro a catalogo la Bocconi risulta 39esima al mondo e 20esima in Europa, mentre nella classifica su misura il risultato ottenuto è ancora migliore: sesto posto mondiale e quinto europeo. Ergo, nella classifica generale si colloca al diciottesimo posto nel mondo ed addirittura decimo in Europa. Secondo i dati, l’anno scorso l’SDA è stata frequentata da 12.000 studenti. Come sostenuto dal dean di SDA Bocconi, Bruno Busacca, l’obiettivo è sempre quello di mettere i manager nelle condizioni di lavorare con strumenti sempre più avanzati per fare in modo di rispondere alle esigenze delle loro aziende.

La classifica ha visto trionfare la Iese Business School (Università di Navarra con sede a Madrid e Barcellona) vincitrice dei corsi su misura e seconda per quelli internazionali, seguita dall’Imd di Losanna (quarta per i corsi di misura e prima per quelli istituzionali) e l’Hec di Parigi, posizionatasi seconda per quelli di misura ed ottava per quelli istituzionali.

Sicuramente qualcosa (per usare un eufenismo) va aggiustata all’interno del nostro mondo accademico, ma su alcuni aspetti non possiamo certamente lamentarci.

Di Lorenzo Santucci

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0