Tempo di lettura: 2 Minuti

Scienza e donne: un progetto per farli andare d’accordo

Scienza e donne: un progetto per farli andare d’accordo

La scienza è uno degli ambiti con meno presenza di donne: la campagna di sensibilizzazione di L’Oreal. Oggi parliamo di scienza. Ma non nel solito mo

L’erba del Canada è finita subito
Aziende e scuole: quattro opportunità niente male
Anche Instagram ha introdotto l’orario di accesso

La scienza è uno degli ambiti con meno presenza di donne: la campagna di sensibilizzazione di L’Oreal.

Oggi parliamo di scienza. Ma non nel solito modo che conoscete, non parleremo né di quanto questa materia possa darvi lavoro o quali siano le università migliori dove studiarla. Parleremo di un risvolto un po’ particolare, ovvero il rapporto tra giovani e scienza. O meglio, tra donne e scienza.

Bene, è stato annunciato l’avvio in Italia di “For Girls in Science” un’iniziativa di L’Oreal per avvicinare i ragazzi delle scuole superiori allo studio in ambito scientifico. Si tratta di un percorso, organizzato nel Museo della Scienza e della Tecnica di Milano, altamente interattivo. I ragazzi, infatti, potranno dire la propria non solo sulla percezione delle materie scientifiche ma anche di quanta disparità di genere ci sia in questo ambito (ne avevamo parlato anche qui).

I ragazzi affronteranno un progetto interattivo e tecnologico attraverso l’App dedicata e potranno rispondere e fare domande agli esperti di ogni ambito scientifico. L’intento principale, oltre a far avvicinare i ragazzi ai lavori di ricerca è anche quello di farli riflettere su quanto siano “svantaggiate” le donne in un campo di lavoro tradizionalmente ritenuto per i soli maschi.

Saranno presenti anche le “Ambasciatrici delle scienze” di L’Oreal, tre ricercatrici italiane in diversi ambiti: chimica, fisica e biologia. Sarà fondamentale la loro testimonianza anche per far avvicinare le ragazze a questo mondo quasi esclusivamente maschile. Basti pensare che secondo il Boston Consulting Group, circa il 70% degli italiani intervistati pensa che le donne non possano lavorare in ambito scientifico. #Malemale

L’Italia occupa anche il peggior record per le donne impiegate nella scienza, circa il 31% che costringe il nostro paese ai piedi della classifica. Sappiamo bene che questo ambito non è il solo a contare un record del genere, ma sicuramente un progetto così è un piccolo passo in avanti.

La parità di genere è qualcosa che deve essere raggiunta, non trovate?

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0