Maturità 2018: è iniziato il countdown!

Maturità 2018: è iniziato il countdown!

Studenti in ansia per materie e commissari esterni. Alla scoperta della Maturità 2018. Se c'è un ritornello che non annoia mai è proprio quello dell'

Sistema Moda Micol Fontana : a Roma si studia la passerella
Allarme insegnanti e dirigenti
Snow è l’app del futuro?

Studenti in ansia per materie e commissari esterni.

Alla scoperta della Maturità 2018. Se c’è un ritornello che non annoia mai è proprio quello dell’Esame di Stato, che ogni anno tiene banco… tra i banchi di scuola.

Ragazzi e famiglie mobilitati per una tappa -non scritta- fondamentale nel passaggio dall’adolescenza all’età adulta, ma che è anche molto di più. Bigliettini con versioni passati in stile “reazione a catena” o “beccati in fuorigioco” da qualche membro della commissione, (e li so’ dolori) trucchetti per ingraziarsi i docenti esterni, l’ansia per la materia da affrontare, e tanti altri ricordi.

Ognuno custodisce gelosamente le avventure di questa esperienza, raccontandole agli altri come se la sua fosse stata più speciale, in un misto tra “ehhh ma che ne vuoi sapere, in confronto la tua è stata una passeggiata di salute”, “per passare l’Esame di Stato ho rischiato la pelle copiando l’esercizio al primo banco centrale” e via di seguito.

Ma ora passiamo ai fatti. Stavolta i protagonisti sono i ragazzi classe ’99, che dovranno aspettare ancora poco tempo (limite massimo fine gennaio) per sapere le materie interne e esterne, ma purtroppo sono costretti ad armarsi di pazienza fino a giugno per conoscere i nomi dei commissari esterni. Riusciranno in così poco tempo a racimolarsi qualche informazione su di loro?

Nella frenetica attesa, ricordiamo che i maturandi verranno esaminati da 3 commissari interni, 3 esterni e un presidente esterno. Tranne nelle zone colpite dal sisma, che avranno solo commissari interni e un presidente esterno.

A parte trucchi, scaramanzie e riti propiziatori, ciò che conta di più sono le competenze mostrate dagli alunni nel corso dell’esame, magari anche con la soffiata giusta… dunque studiare, ma anche essere furbi, sono gli unici veri ingredienti per una maturità in grado di soddisfare i palati di tutti i commissari.

Sembrerà scontato, ma ci teniamo a ribadirlo… noi di FacceCaso siamo con voi!

Di Emanuele Caviglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0