Tempo di lettura: 2 Minuti

Natale e Dpcm: ma ci ricordiamo da dove nascono i suoi simboli?

Natale e Dpcm: ma ci ricordiamo da dove nascono i suoi simboli?

Il dibattito sul Natale si fa feroce quest'anno. Ma se guardiamo un po' indietro, albero, presepe e Babbo Natale non sono sempre esistiti. Tra poco s

Nonna Gamer vi sfida su GTA V: sei più forte di Hamako Mori?
Arrestata a Rimini la maestra che maltrattava gli alunni
Mamma a lezione, bimbo al KidSpace

Il dibattito sul Natale si fa feroce quest’anno. Ma se guardiamo un po’ indietro, albero, presepe e Babbo Natale non sono sempre esistiti.

Tra poco sarà Natale. come ogni anno, da sempre e per sempre. E poco importa (o dovrebbe importare) se non riusciremo ad incontrare tutti tutti i parenti. O se non riceveremo tutti tutti i doni. Perché Natale è anche e soprattutto questo: essere felici di ciò che già si ha.

Come la luce solare, che a Natale manca per una buona parte della giornata. Per questo si festeggia sparando lucette e lampadine colorate a tutto andare. Perché un tempo era nota come “Festa della luce”. Si esorcizzava la paura. Oggi la paura è di passarlo in un reparto Covid.

Forse va bene anche il piccolo sacrificio di rivedersi dopo il 6, come da ultimo DPCM. Oh: forse sbagliamo noi, eh. Forse ciò che conta sono i regali e gli abbracci, i pesci e i polli, i panettoni e i pandori, le scarpe nuove e gli shampoo regalati dalle vecchie zie. Chi sa.

Natale e i suoi simboli

Cercando di alleggerire un po’ il dibattito, abbiamo pensato a qualche chicca riguardante la nascita dei simboli del Natale. Per ricordarci, magari, che tutto ha avuto un inizio e che il cambiamento fa parte della nostra storia.

– Sapevi che il primo albero di Natale nacque in Germania nel 1611? Secondo le leggende, fu un’idea della Duchessa di Brieg, la quale, vedendo che la casa appariva troppo spoglia e poco allegra, decise di far portare un abete dal giardino del castello, per poi addobbarlo a festa.

Il primo presepe, invece, nasce proprio in Italia. È infatti originario di Greccio, piccolo paese in provincia di Rieti, nel Lazio. La prima rappresentazione della Natività risale addirittura al 1223. E ad organizzarla fu nientepopodimeno che San Francesco in Persona.

– Ovviamente non sveliamo nulla di particolare, se vi diciamo che la figura di Babbo Natale è figlia di San Nicola. Il mito trae la sua linfa, infatti, dalla tradizione secondo cui proprio San Nicola, in questi giorni, regalò una dote a tre giovani fanciulle perché potessero divenire spose anziché prostituirsi.
Un gesto nobile, che divenne il padre dei famosi regali che ci scambiamo.

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0