Tempo di lettura: 1 Minuti

Ecco perchè gli studenti sono più “spacconi” quando c’è una professoressa

Ecco perchè gli studenti sono più “spacconi” quando c’è una professoressa

A quanto pare quando c'è la professoressa in classe gli studenti fanno festa. Vediamo perché. “Professoressa mi risponde?”, “Professoressa posso rifa

Palermo: ragazzi disabili a scuola senza assistenti
LUISS Contest: niente curriculum per un tirocinio
Parrocchia tecnologica: per entare in chiesa si usa lo smartphone

A quanto pare quando c’è la professoressa in classe gli studenti fanno festa. Vediamo perché.

“Professoressa mi risponde?”, “Professoressa posso rifare il compito?”, “Professoressa mi alza il voto?”. Per gli insegnanti di tutto il mondo queste domande sono all’ordine del giorno ma c’è un motivo per cui abbiamo scelto di utilizzare la parola professore al femminile.

Due studi americani della Eastern Washington University di Cheney, infatti, hanno mostrato che i docenti che ricevono più frequentemente questo genere di richieste sono donne. Come mai? Beh, forse perché le professoresse hanno rapporti più amichevoli con gli studenti rispetto ai colleghi uomini.

In pratica, quando in classe c’è una professoressa gli studenti tendono maggiormente ad allontanarsi dalla classe senza chiedere il permesso, ad usare il cellulare o a chiacchierare tra di loro. Quando c’è un professore, invece, assumono un comportamento più “professionale”.

E fin qui nulla di nuovo. Insomma, quello del sessismo è un fenomeno diffuso e ben radicato in ogni settore della nostra società e di conseguenza è presente anche nell’ambiente scolastico. Ma se vi dicessimo che le più sessiste in questo caso sono le ragazze? Sarebbe curioso no?

E invece è proprio così. Stando ad uno studio effettuato l’anno scorso dall’Università della California a Riverside, tra gli studenti americani il pregiudizio contro le donne è soprattutto delle “donzelle”, alla faccia della solidarietà femminile.

“Faccio questo lavoro da vent’anni e i pregiudizi di genere sono molto evidenti” ha spiegato Molly Diallo, insegnante di scienze sociali a Miami. “I ragazzi sono molto più inclini a oltrepassare il limite con me piuttosto che con un mio collega di mezza età”.

Tutto ciò alla lunga può essere causa di stress per le insegnanti e può portarle ad essere più rigide o comunque meno sicure nel proprio lavoro. Perciò se non volete avere l’integrità mentale delle vostre professoresse sulla coscienza siate gentili ed educati. Se invece volete proprio fare gli infami con i vostri insegnanti fatelo con tutti loro, anche con i maschietti.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0