Tempo di lettura: 3 Minuti

Click Days in arrivo: l’Università Telematica Niccolò Cusano mette in palio 75 borse di studio

Click Days in arrivo: l’Università Telematica Niccolò Cusano mette in palio 75 borse di studio

In palio ci sono ben 75 borse di studio che consentono l’esonero dal pagamento delle rette per l’anno accademico 2018/2019 e i quattro anni accademici

Studente al volante…pericolo costante? Con Edustrada progetti in 800 scuole
College signing day: Mrs. Obama all’UCLA
Con l’App Nexi Pay vinci fantastici premi

In palio ci sono ben 75 borse di studio che consentono l’esonero dal pagamento delle rette per l’anno accademico 2018/2019 e i quattro anni accademici successivi. #FacceCaso.

Hai mai sentito parlare dei Click Days ? Si tratta di un’iniziativa indetta dall’Università Telematica Niccolò Cusano che offre ai diplomandi di Roma l’opportunità di ottenere borse di studio per l’iscrizione a un corso di laurea.

In palio ci sono ben 75 borse di studio che consentono l’esonero dal pagamento delle rette per l’anno accademico 2018/2019 e i quattro anni accademici successivi. La borsa di studio copre una serie di servizi extra disponibili presso il campus in stile anglosassone nel centro di Roma, tra cui:

  • corsi di inglese e di altre lingue straniere in presenza
  • convegni e seminari
  • workshop
  • attività ricreative
  • palestra
  • servizio navetta
  • servizio mensa

Se sei interessato a partecipare potrai compilare la domanda di assegnazione on line nell’apposita sezione sul sito www.unicusano.it.

Lo step successivo consiste nello scaricare il file sul pc e inviarlo all’indirizzo unicusano@pec.it tramite Posta elettronica certificata (Pec).

Se quest’anno dovrai affrontare la maturità presso un istituto di istruzione superiore di Roma o di un comune limitrofo potrai inviare la domanda per l’accesso alla borsa di studio dalle ore 16 del 15 febbraio alle ore 24 del 28 febbraio 2018.

L’esonero dal pagamento delle rette viene rinnovato di anno in anno solo se avrai conseguito tutti i crediti previsti dal piano di studi.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0