Tempo di lettura: 2 Minuti

Amazon Go, aperto il primo supermercato!

Amazon Go, aperto il primo supermercato!

Con un anno di ritardo Amazon Go è finalmente realtà. A Seattle inaugurato il primo supermercato senza casse. Andiamo a spiegare come funziona nei det

Diritto d’autore e copyright: la tutela delle opere e il download gratuito
Vinile, che passion! E i giovany approvano alla grandissima
E se Google stesse pensando all’ ecommerce?

Con un anno di ritardo Amazon Go è finalmente realtà. A Seattle inaugurato il primo supermercato senza casse. Andiamo a spiegare come funziona nei dettagli.

Amazon Go ha preso forma, dopo moltissimi esperimenti e un anno oltre la tabellina di marcia. Il supermercato intelligente, pensato due anni fa dalla compagnia di Jeff Bezos, è stato inaugurato a Seattle, centro operativo della stessa società.

Ne avevamo parlato già a novembre, spiegando come il progetto stesse andando avanti, seppur in ritardo di tempi, ma ora il primo di una possibile serie di negozi è cosa fatta.
Impossibile rubare, questo a detta di Amazon. Un supermercato con centinaia di telecamere, sensori e controlli vari, capace di comprendere quando ogni singolo prodotto viene preso o rimesso sugli scaffali. Si entra passando il QRcode identificativo dell’app, su un tornello simile alla metropolitana.

Questa è l’identificazione del cliente. Poi tutto quello che compriamo viene inserito nella nostra lista della spesa virtuale, e quando varchiamo la soglia di uscita avviene l’addebito sulla carta.
Amazon Go vorrebbe rivoluzionare il tradizionale negozio, eliminando la necessità di una cassa, restando con gli stessi prodotti.
Per i clienti parrebbe una grande comodità, lasciando tempo e libertà di fare la spesa con calma, e di non subire eventuali irritazioni per file ai pagamenti. Entra, seleziona, prendi e vai. Comodo, rapido e veloce.

Dopo 5 anni che se ne parlava, quindi, l’idea della società di ecommerce ha preso concretamente forma. L’esperimento di Seattle sarà significativo per capire se Amazon potrà lanciarsi su larga scala nel mondo dei supermercati. Dovesse riuscirci non solo diversificherebbe le proprie attività, ma anticiperebbe il mercato delle grandi catene di distribuzione con tecnologie che i concorrenti non avrebbero.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0