Sequestrata la scuola di Roccastrada: quelle strutture non antisismiche

Sequestrata la scuola di Roccastrada: quelle strutture non antisismiche

La violazione delle norme antisismiche consente il sequestro preventivo della struttura scolastica. Lo ha detto la Cassazione riguardo ad una scuola d

La sentenza della Cassazione: scuola responsabile se l’incidente avviene fuori dall’edificio
Adesso se pubblichi foto su Facebook senza consenso rischi il carcere
Cassazione condanna e il web sembra in pericolo

La violazione delle norme antisismiche consente il sequestro preventivo della struttura scolastica. Lo ha detto la Cassazione riguardo ad una scuola di Roccastrada.

Un grande numero delle strutture scolastiche italiane versa in condizioni fatiscenti a causa della mancanza di manutenzione. Molte di queste non rispettano nemmeno le condizioni minime di legge per essere definite scuole antisismiche. Il pericolo per la vita degli studenti è alto.
A riguardo Corte di Cassazione ha emesso una sentenza con la quale ha disposto il sequestro preventivo di una scuola di Roccastrada, in provincia di Grosseto, perché priva, seppur di poco, degli indici di sicurezza sismica.

I fatti: il sequestro preventivo non giunge come un fulmine a ciel sereno

Così gli Ermellini hanno decretato cautelativamente in merito ad una causa che vede il Sindaco di Roccastrada indagato dalla Procura di Grosseto.
Tutto è iniziato nel 2013 quando Francesco Limatola, Sindaco di Roccastrada, di fronte ad un’attestazione tecnica che certificava l’inidoneità sismica della scuola decise di non disporne la chiusura.
Per questo egli è ora sotto processo per “omissione di atti d’ufficio”. Nell’ambito dello stesso processo è stato disposto il sequestro preventivo della scuola.

Dopo il ricorso dello stesso Sindaco contro tale decisione il Tribunale del riesame gli ha dato ragione ma la procura non ci sta ed è ritornata all’attacco.

La pubblica accusa ha infatti impugnato tale decisione davanti la Cassazione che ha ribaltato nuovamente l’esito, disponendo il sequestro della scuola di Roccastrada.
Secondo i giudici della Cassazione anche la minima inadeguatezza rispetto ai parametri imposti dalla legge rende la struttura pericolosa.
I terremoti non sono prevedibili e anche la minima violazione della normativa antisismica, oltre a poter costituire un illecito, rappresenta un pericolo per l’incolumità pubblica.

Il caso della scuola di Roccastrada non è un caso isolato

Visto lo stato attuale delle scuole italiane, inadeguate anche dopo i recenti terremoti che hanno prodotto morte e devastazione e vista la sentenza della Cassazione non è surreale che la stessa sorte possa spettare a numerosi altri istituti scolastici. Anzi ce lo auguriamo.

Infatti i recenti dati pubblicati dal “XV Rapporto sulla sicurezza degli edifici scolastici di Cittadinanzattiva” parlano chiaro: la situazione circa le tutele antisismiche delle scuole italiane è disastrosa. Quello della scuola di Roccastrada non è un caso isolato. Molte se la passano assai peggio!

Che la sentenza depositata ieri dalla Corte di Cassazione possa servire come monito. O si preferisce rischiare altre stragi?
I terremoti per ora non sono prevedibili, ma la mano umana può prevenirne parte degli esiti infausti.

#FacceCaso

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0