Tempo di lettura: 3 Minuti

Scuola, la rivoluzione di Napoli: in bagno con il cronometro

Scuola, la rivoluzione di Napoli: in bagno con il cronometro

L' istituto professionale Rossini di Napoli cambia le regole e sembra convincere anche gli studenti. Prof posso andare in bagno? Una domanda, o megli

Nuove assunzioni nella scuola
Assunzioni nella scuola, sarà record di domande!
Presidi contrariati. In coro (o quasi) protestano: “Così non riapriamo”

L’ istituto professionale Rossini di Napoli cambia le regole e sembra convincere anche gli studenti.

Prof posso andare in bagno? Una domanda, o meglio un ritornello, che studenti e professori conoscono bene. Ebbene, da oggi all’istituto professionale Rossini di Napoli si potrà farlo solo in determinati orari. Dalle 9,30 alle 10, poi dalle 10:30 alle 11 e così via alternando mezz’ora di apertura dei servizi igienici e mezz’ora di chiusura. Una decisione, spiega la dirigente scolastica D’Avino, che è stata sottoposta al consiglio di istituto ed è stata approvata.

L’istituto, aperto da poco a via Terracina, ospita 600-700 studenti che studiano anche stando al bar dell’istituto.

“È chiaro – spiega Avino – che se un ragazzo dice di aver davvero l’esigenza di uscire per andare in bagno può andarci in qualsiasi momento. Ma il provvedimento ha una sua logica. Prima di tutto i bagni devono essere tenuti puliti e noi abbiamo solo 17 bidelli, che staccano dalle 14:30 quando spesso le lezioni finiscono dopo le 14. E i bidelli da noi puliscono anche i laboratori di cucina, un lavoro impegnativo”.

La dirigente invita i suoi studenti a considerare i “bagni a tempo “ una regola come un altra, appellandosi al loro senso di responsabilità.

E di regole all’istituto Rossini ce ne sono tante, dal divieto di indossare i pantaloni della tuta a quello di portare la barba.

“È la professione a cui prepariamo – prosegue D’Avino – che lo richiede. Se a uno chef cucina cade un pelo di barba nel piatto, non va bene. Questa regola è stata più difficile da far rispettare, soprattutto perché vedono chef in TV con la barba”.

Lo sarà anche questa? Non è dato saperlo. Quello che è certo è che gli studenti per bocca del loro rappresentante sembrano comprendere che il provvedimento è per il loro bene.

“Il divieto della barba è più che giusto spiega Cademi, io stesso lavoro e me lo impongo sempre. I Bagni a tempo ? Questo nuovo orario consente tutti di andarci, prima era più corto ma ora va bene. “

E voi che ne pensate? Vi piace o no questa nuova regola?

#FacceCaso

Di Luca Pennacchia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0