Tempo di lettura: 1 Minuti

Udine e Ottawa si accordano sulla laurea magistrale internazionale

Udine e Ottawa si accordano sulla laurea magistrale internazionale

Double degree concluso da due ragazze, frutto del primo accordo tra gli atenei di Udine e Ottawa. Udine e Ottawa insieme per una nuova offerta format

Sparatoria in una scuola canadese: 4 morti
Addio Blackberry
Canada, 19enne uccisa in diretta Facebook.

Double degree concluso da due ragazze, frutto del primo accordo tra gli atenei di Udine e Ottawa.

Udine e Ottawa insieme per una nuova offerta formativa di double degree. È la proposta nata tra i due atenei, capaci di congiungersi in un progetto di internazionalizzazione importante.
Eliana Fortunato e Katarina Ghdaye sono le prime due studentesse ad aver concluso con successo il percorso accademico tra due università. Double Degre Master of Arts in World Literatures and Cultures a Ottawa e Laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed extra-europee a Udine.

Questo storico e vitale accordo è nato grazie alla visita in Canada dell’ex rettrice Cristiana Compagno, che con la referente per il Canada, Annapia De Luca, hanno permesso l’attivazione di questa iniziativa. Quest’ultima è un membro noto dell’anglistica canadese nella Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Ateneo Friulano.

A ritenersi molto soddisfatta sulla riuscita di questo primo step è stata l’ex preside di Facoltà, Antonella Riem. “Ringrazio quanti hanno lavorato negli anni per ottenere questo risultato e sciogliere le complessità didattiche, organizzative e logistiche che di volta in volta si sono presentate. In primis chi ha iniziato l’opera e chi l’ha seguita nelle fasi successive, la docente Alessandra Ferraro, ora referente del doppio titolo per Udine, e la professoressa Cristina Perissinotto referente di Ottawa”.

Le due ragazze, rispettivamente italiana e canadese, hanno ricevuto le congratulazioni e l’augurio da parte di tutti, quali prime sperimentatrici di tale proposta formativa.
Un tassello importante e che dovrebbe essere seguito da buona parte degli atenei italiani.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0