Tempo di lettura: 3 Minuti

Architettura e design: dove trovarli. Riviste italiane, straniere e i siti migliori per rifarsi l’occhio!

Architettura e design: dove trovarli. Riviste italiane, straniere e i siti migliori per rifarsi l’occhio!

Dove guardare quando manca l'ispirazione, per essere sempre aggiornati o quando si vuole soddisfare un pò di curiosità. Dalle migliori critiche ai mig

Cervelloni in fuga dalla Sicilia
Uova, pomodori e fumogeni contro Zara: 1.500 studenti protestano a Milano
Alternanza cattedra-azienda: ora tocca ai prof!

Dove guardare quando manca l’ispirazione, per essere sempre aggiornati o quando si vuole soddisfare un pò di curiosità. Dalle migliori critiche ai migliori designer del presente e del passato.

Domus. La rivista italiana bilingue fondata nel 1928 da Gio Ponti, uno dei più grandi architetti e designer dell’epoca e acceso sostenitore dell’istituzione del compasso d’oro – il più prestigioso premio di disegno industriale al mondo. Nella rivista si spazia dal disegno industriale all’urbanistica, si parla di arte, comunicazione, grafica design e molto altro. Ricca di nomi prestigiosi, la particolare attenzione alla forma e ai contenuti di Domus ha fatto si che la rivista ottenesse riconoscimenti internazionali, fino a crearne la versione cinese, israeliana, tedesca, messicana e indiana.

Casabella. Anch’essa fondata nel 1928, diretta da Guido Marangoni prima e da Giuseppe Pagano poi quando la rivista fu acquistata dall’editoriale Domus. Casabella è al centro del dibattito internazionale sulle nuove tendenze dell’architettura. Ospita le recensioni, le analisie e le critiche dei più grandi artisti internazionali.

Interni. Un pò più giovane perchè del 1954, nasce per insegnare ad abbellire a ammodernare l’interno delle case. Diretta da Gilda Bojardi, ideatrice del FuoriSalone di Milano, la rivista tratta di arredamento con una particolare attenzione verso le novità e le sperimentazioni italiane e internazionali.

E ancora AD – Architectural Digest che esplora le case dei VIP italiani e stranieri che aprono le loro porte di casa lasciandoci un pò sognare, un pò con la bava alla bocca e a volte anche un pò schifati.

E nella nostra lista, non può mancare FRAME. La rivista che ha appena vent’anni non è italiana questa volta ma Olandese. E’ già famosa in tutto il mondo, e come non potrebbe esserlo con il suo stile accattivante e giovanile. Addio old school e benvenuto design contemporaneo.

#FacceCaso.

Di Margherita Issori 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0