Tempo di lettura: 2 Minuti

Italia paese di anziani: prima di noi solo il Giappone

Italia paese di anziani: prima di noi solo il Giappone

Secondo l'Istat il nostro è il secondo paese con più anziani al mondo. L'Italia non è un paese per giovani. L'Italia è il secondo paese più vecchio i

Gli anziani fanno mooolto più sesso dei giovani, che non lo fanno più
Già diverse morti per annegamento quest’estate
Università per la terza età!

Secondo l’Istat il nostro è il secondo paese con più anziani al mondo. L’Italia non è un paese per giovani.

L’Italia è il secondo paese più vecchio in confronto alle altre nazioni del mondo. No, non stiamo parlando dell’età del paese vero e proprio, stiamo parlando dell’età dei suoi cittadini, che per la maggior parte sono anziani. Il Rapporto annuale dell’Istat, grazie al quale si possono scoprire tante cose interessanti (ti lascio qui il link), dipinge un quadro triste dell’Italia e della sua crescita demografica.

Cresce, infatti, l’invecchiamento della popolazione. Su 100 ragazzi ci sono 168 anziani, questo rappresenta un problema, non solo per la crescita demografica del nostro paese ma anche per il nostro futuro in termini di pensioni, spesa sanitaria e scolastica.

Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica, tra l’altro, se la tendenza demografica non accennerà a cambiare, tra vent’anni ci saranno circa 260 anziani per 100 ragazzi. Il problema fondamentale sta anche nel calo delle nascite, sceso di due punti percentuali in confronto al 2016. Questo si collega alla condizione femminile che da una parte vede coloro che sono nate negli anni ’60 e ’70 che hanno una media di 1,5 figli e dall’altro ci sono le ragazze degli anni ’80 e ’90 che stanno sempre di più diminuendo.

La situazione di precarietà in cui si trovano molti giovani italiani, spesso, allontana il momento in cui i ragazzi possono crearsi effettivamente una famiglia, provocando un ulteriore calo delle nascite.
Il paese che si posiziona sopra di noi per anzianità, andando a vincere la medaglia d’oro della vecchiaia è il Giappone che ha una popolazione anziana in continua crescita.

In Italia, però, si allunga l’aspettativa di vita, andando a sfiorare gli 85 anni per le donne e gli 81 per gli uomini. Un dato confortante sicuramente, ma che affiancato all’invecchiamento generale non ci solleva il morale. Soprattutto insieme alla prospettiva del 2065, quando la popolazione italiana calerà di almeno 6 milioni di persone.

Un po’ di sconforto in questo giovedì mattina di maggio. Ma non farti venire in mente di scappare eh, perché l’Italia ha bisogno di giovani menti!

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0