Tempo di lettura: 3 Minuti

Quattro chiacchiere con ” Lefrasiincompiutedielena “

Quattro chiacchiere con ” Lefrasiincompiutedielena “

Ho avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Lefrasiincompiutedielena, un gruppo di artisti emergenti, in occasione dell'uscita del loro u

Top Paddle Roma: il giusto link tra passione e sport
Tutte le scuole di Roma a portata di un click: ecco la mappa online
David LaChapelle stregato da Roma: ecco cosa aspettarsi dalla mostra nella Capitale

Ho avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Lefrasiincompiutedielena, un gruppo di artisti emergenti, in occasione dell’uscita del loro ultimo singolo. Com’è nato il nostro contatto? Su Instagram…

Questi benedetti social eh? Croce e delizia. O, più semplicemente, svago e lavoro allo stesso tempo. Qualche tempo fa, mentre gestivo il nostro profilo Instagram, mi è arrivato un messaggio in direct. ” Lefrasiincompiutedielena “. Chi? Mi sono subito domandato… Poi i ragazzi mi hanno proposto la loro musica ed io, che sono un tipo decisamente curioso, ho subito sbirciato nel loro archivio. BellaStoria.

Ci siamo poi accordati per “conoscerci meglio”. Ecco cosa è venuto fuori dal botta e risposta tra Riccardo e Lefrasiincompiutedielena.

Immaginate di essere dentro Twitter (prima dell’aggiornamento) e di dover raccontare chi siete… e soprattutto chi è Elena

LefrasiincompiutediElena sono un progetto musicale nato per terminare quello che Elena non ha più raccontato a nessuno. A Roma, fra piazza Bologna e il quartiere Trieste, fra il policlinico e la Nomentana
un gioco, un esperimento per tornare all’essenza delle canzoni, senza mettersi in mostra. Chi è Elena? … mmmm… Qualcuno che non sentiamo da un bel po’.

Parlateci della vostra musica: dove prendete ispirazione, a chi vi ispirate, con chi collaborereste?

L’ispirazione viene da idee e sentimenti, veri e sinceri. Allo stesso tempo è fondamentale saper usare anche un po’ l’immaginazione. Abbiamo diverse influenze musicali, e abbiamo deciso un sound a Lefrasi senza deciderlo.
È venuto così e ci siamo sentiti a casa.

Oggi esce il vostro ultimo singolo, ce lo raccontate?

Incenso è una lettera. Un qualcosa in cui respirarsi, ci piace pensarla così. È stata scritta una sera, dopo un messaggio. Non sempre si riesce a raccontare una canzone. Forse perché già la musica e il testo, sono già un racconto fedele di ciò che si ha dentro. So che siamo felici però quando qualcuno le ascolta, quando qualcuno ci si rispecchia, quando qualcuno le ricanta.

Qual è il vostro rapporto con l’università? Avete deciso di puntare tutto sulla musica?

Beh, direi quasi fondamentale. Nelle nostre canzoni ci sono un milione di riferimenti alla vita universitaria che non sempre è rose e fiori (e camomilla). Spesso si lascia casa, un luogo sicuro. E poi a breve avrò anche io (spero) una corona d’alloro sulla testa. Università a parte .. avevamo deciso già da tempo di puntare sulla musica. Prima ancora d’incontrare Elena. Prima ancora di formare Lefrasi.

Se poteste chiedere una cosa qualunque al destino, cosa chiedereste?

È una bella domanda, e le risposte sarebbero tante. Alcune le terrò per me. Altre vedrò di cantarle dal palco, spero presto.

Da Direct ad un’intervista…

#FacceCaso

Di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0