Tempo di lettura: 2 Minuti

È scientifico: ecco come le vacanze ci fanno bene alla salute

È scientifico: ecco come le vacanze ci fanno bene alla salute

Uno studio rivela come le vacanze, in qualsiasi periodo dell’anno, servano con una durata di oltre otto giorni a farci bene a corpo e mente. A noi non

Psicologia spicca il volo tra le nostre preferenze per l’iscrizione all’Uni!
Fermenti: giovani e sfide sociali!
A Rimini il futuro lo disegnerà l’Università di Bologna

Uno studio rivela come le vacanze, in qualsiasi periodo dell’anno, servano con una durata di oltre otto giorni a farci bene a corpo e mente. A noi non serviva tale conferma, ma ne siamo molto contenti.

Le vacanze andrebbero prescritte negli studi medici, rese obbligatorie per farci riprendere dalle fatiche annuali. Noi l’abbiamo sempre detto eh, sicuri che siano più che mai necessarie a tornare in città senza implodere periodicamente.
Adesso però persino la scienza ci da ragione e fa felici moltissimi studenti e lavoratori.

Una ricerca scientifica pubblicata sul “Journal of Happiness Studies” ha dimostrato non solo che le vacanze siano fondamentali per l’essere umano, ma ha definito anche quale sia la durata per avere effetti benefici su salute e benessere.
Grazie allo studio ora sappiamo che una vacanza, per avere effetti positivi, deve durare almeno otto giorni con attività di relax. Quindi se vi prendete una settimana per andare a fare le escursioni, non vi lamentate che poi continuate a essere stressati nelle vostre attività!

Ad arrivare a tali risultati c’hanno pensato i ricercatori della Radboud Nijmegen University di Nimega, nei Paesi Bassi, che hanno studiato gli effetti dei periodi di riposo dal lavoro.
Per il risultato sono stati coinvolti 54 partecipanti, lavoratori e con età media 42,5 anni. Sei sono i fattori della vacanza su cui sono stati “interrogati”. Condizioni di salute, fatica, soddisfazione, umore, tensione e livello di energia. Periodo di interesse, vacanze tra i 15 e i 34 giorni.

Alla fine l’esperimento ha fatto emergere che le condizioni di salute si attestano su un picco di otto giorni dalla partenza. In ogni caso il problema è che dopo una settimana i livelli di malessere tornavano ai livelli pre vacanza.
Insomma, nel complesso rimaniamo soddisfatti a metà e consapevoli che alla fine ci servirà un’altra casa.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0