Tempo di lettura: 1 Minuti

Immaginate una scuola senza voti… che sogno! L’esperimento in un liceo di Cesena

Immaginate una scuola senza voti… che sogno! L’esperimento in un liceo di Cesena

Un sogno per gli studenti e studentesse: una scuola senza voti. Una scuola che non ti giudica sulla base di una scala da 1 a 10. Diciamocelo, quante

Vincere un viaggio con #Bastameno: la campagna sulla mobilità sicura
Una sana relazione con il partner deriva anche dai rapporti in famiglia
Intervista a due giovani che sono partiti per un’esperienza di volontariato con Libera

Un sogno per gli studenti e studentesse: una scuola senza voti. Una scuola che non ti giudica sulla base di una scala da 1 a 10.

Diciamocelo, quante volte abbiamo sognato una scuola senza voti? Beh io sì, più o meno tutti i giorni del liceo. Ho sempre ritenuto riduttivo misurare degli adolescenti con una banale scala di numeri. E se questa cosa potesse diventare realtà? Per saperlo andiamo a vedere com’è andato l’esperimento in un liceo di Cesena.

L’esperimento “esperienza benessere”

Sarà mai possibile avere una scuola senza voti? I risultati dell’esperimento sembrerebbero proprio dire di . Il nome “esperienza benessere” indica proprio la volontà di salvaguardare il benessere di studenti e studentesse e promuovere una scuola con meno stress.

Il progetto, che non è di certo l’unico che è stato condotto in Italia negli ultimi anni, è stato realizzato in una classe del liceo di Cesena in collaborazione con la Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione dell’Università di Bologna.

In poche parole, i tradizionali voti dall’1 al 10 sono stati sostituiti con un nuovo metodo valutativo.

Le valutazioni tradizionali provocano stress

Secondo voi è vero che i voti provocano stress? Secondo me sì. Mi sentivo molto stressata, infatti, quando davanti a tutta la classe il mio Prof di matematica e fisica del liceo sventolava fiero i miei 2 e 3. Non era per niente bello. Non era per niente bello doversi sentire inferiore rispetto agli altri e sminuita davanti a tutti. Senza pensare poi ai problemi a casa: come glielo spiego ai miei questo voto? Oppure la sensazione di tensione con i docenti. Insomma, per qualcuno la scuola (e soprattutto i voti) può diventare un vero incubo.

Coloro che sosterranno il contrario sono quelli che i 2 e i 3 non li hanno mai presi. In ogni caso, i voti creano stress e questo è dimostrato proprio da ricerche come quella di cui vi parlo in questo articolo.

Una scuola senza voti, come?

Arriviamo a parlare di cose pratiche. Andiamo a vedere quali sono stati i risultati di questo esperimento.

Uno degli effetti della ricerca è stato quello di cambiare il modo di studiare. Lo studio, infatti, non era più finalizzato al voto ma solamente all’apprendere. Quanti di voi si dimenticano tutto il contenuto del compito due giorni dopo? Ecco, significa che state studiando solo per per prendere un bel voto e non per imparare veramente.

Inoltre, i giovani in questione, inoltre, sono riusciti anche a migliorare i rapporti tra di loro. Le conflittualità non avevano più motivo di esistere.

Che ne dite? La vorreste anche voi una scuola così?!

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0