Tempo di lettura: 1 Minuti

L’università del Manchester United

L’università del Manchester United

I campioni del Manchester United aprono un'università in Inghilterra. Tra loro i fratelli Neville e Paul Scholes. Ci hanno fatto sognare con il loro

Economia aziendale: cosa si può insegnare?
Da Milano a tutto il mondo: i giovani che spaccano all’estero
Intervista ad un militante di Senso Comune

I campioni del Manchester United aprono un’università in Inghilterra. Tra loro i fratelli Neville e Paul Scholes.

Ci hanno fatto sognare con il loro Manchester United. La squadra che agli inizi del 2000 ha fatto innamorare migliaia di appassionati in tutto il mondo; tanto da divenire e rimanere, ancora oggi, in cima alla classifica dei team più amati dagli sportivi.

Una squadra che aveva in panchina il miglior allenatore di tutti i tempi, o uno dei top 3 per lo meno, ossia Sir Alex Ferguson, e che in campo poteva contare su campioni del calibro di Gary Neville, Phil Neville, Paul Scholes, Ryan Giggs e Nicky Butt. Vere leggende dello sport, e da oggi anche dell’istruzione.

Campioni non solo in campo

Proprio queste 5 leggende hanno dato vita pochi mesi fa alla “University Academy 92”, un’università che proporrà un sistema universitario innovativo, d’avanguardia e di ottimo livello.

È un Gary Neville raggiante, quello che commenta ai microfoni di FoxSports:

“Il nostro obiettivo è naturalmente quello di far conseguire agli studenti una qualifica accademica, ma anche una serie di competenze come il modo di gestire la pressione, la conoscenza del mondo della finanza, la leadership, le capacità di presentare sé stessi e anche i segreti per mantenere perfettamente in salute corpo e mente”.

“In altre parole il pacchetto completo per avere successo sul posto di lavoro”.

I corsi

I corsi, che partiranno già questo settembre, si dirameranno fra contabilità e finanza, economia, giornalismo, media e comunicazioni, educazione fisica e scienze motorie. A partire dal 2020, si aggiungeranno poi informatica e management dello sport.

Insomma, una proposta davvero ricca per tutti i ragazzi che vorranno aderire. E chissà, magari qualcuno si iscriverà anche solo per sperare di vedere uno dei “presidi” un giorno o l’altro camminare tra le aule dell’istituto.

Perché alla fine, grandi o meno grandi, siamo sempre tutti un po’ piccoli dentro. E sogniamo il Manchester United di Sir Alex.

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0