Tempo di lettura: 1 Minuti

Sophi Eber, la fine dell’anno scolastico diventa social e per lei ha inizio una nuova vita

Sophi Eber, la fine dell’anno scolastico diventa social e per lei ha inizio una nuova vita

Un anno di cure contro il cancro che la aveva colpita, questo è stato l’anno scolastico di una bambina americana di appena 7 anni alla quale, nel febb

Baruffa, la nostalgia dell’adolescenza e la punto blu
Se i “grandi” ci assumono ricevono un bonus, #FacceCaso
Laurea annullata per colpa della scuola. Succede a Milano.

Un anno di cure contro il cancro che la aveva colpita, questo è stato l’anno scolastico di una bambina americana di appena 7 anni alla quale, nel febbraio del 2016, era stato diagnosticato un neuroblastoma di grado 4. Il suo ultimo giorno di scuola è diventato virale.

Finisce la scuola e iniziano le vacanze, un periodo di riposo, spensieratezza e allegria per bambini e ragazzi che finalmente possono passare il loro tempo divertendosi, fuori dalle aule di scuola. Iniziano tre mesi di divertimento.

Anche per Sophi è finita la scuola ma non solo quella. Per lei è finita, positivamente, la battaglia con un male che nessun bambino dovrebbe mai conoscere. Per lei ricomincia la vita.

Sophi Eber è una bambina di 7 anni alla quale era stato diagnosticato l’anno scorso un neuroblastoma di grado 4, un tumore che fortunatamente lei è riuscita a sconfiggere.

Dopo cicli di chemioterapia e radioterapia, che aveva seguito continuando ad andare a scuola, Sophi ha finalmente terminato le terapie e i medici la hanno dichiarata ormai salva, pur se costretta periodicamente a sottoporsi a controlli di routine per scongiurare ricadute.

Sophi era entrata in classe senza capelli e senza sopracciglia, solo con il tubicino dell’ossigeno al naso. Ne esce in buona salute, con la malattia ormai alle spalle e tutti i suoi bellissimi ricci biondi. A documentare questa bellissima risalita è la maestra della bambina che ha scattato e pubblicato una fotografia della sua giovane allieva che la ritrae ora, felice e in salute, con in mano un’altra fotografia di quando invece era ancora malata.

L’immagine, intitolata “Questa è la nostra foto del buon umore quotidiano”, ha inaspettatamente fatto il giro del web e ottenuto un enorme successo, come è giusto che sia (ogni tanto qualcosa di bello che gira per la rete, non solo scemenze o fake news).

È sempre la maestra della bambina che commenta la foto pubblicata, elogiando la sua piccola studentessa:

“Quanta differenza può fare un anno di scuola! Questa immagine racconta quanto abbia attraversato la nostra ragazza e quanto la sua forza e determinazione continui a muoverci ogni giorno! Sono davvero grata di averti incontrata e di poter essere la tua maestra”.

Per Sophie l’anno scolastico appena passato rappresenta la sua battaglia per la vita e, sicuramente, la frequentazione dell’ambiente scolastico e dei suoi amici la ha aiutata a condurla, senza abbattersi ed isolarsi come spesso purtroppo accade. Per i suoi compagni, invece, un anno come gli altri che giunge al termine.

#FacceCaso

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0