Tempo di lettura: 1 Minuti

Sophi Eber, la fine dell’anno scolastico diventa social e per lei ha inizio una nuova vita

Sophi Eber, la fine dell’anno scolastico diventa social e per lei ha inizio una nuova vita

Un anno di cure contro il cancro che la aveva colpita, questo è stato l’anno scolastico di una bambina americana di appena 7 anni alla quale, nel febb

Correre verso un oceano meno inquinato, ecco come
Anche neolaureati senza abilitazione come supplenti
Al Birla Institute of Technology and Science il titolo di università più esclusiva

Un anno di cure contro il cancro che la aveva colpita, questo è stato l’anno scolastico di una bambina americana di appena 7 anni alla quale, nel febbraio del 2016, era stato diagnosticato un neuroblastoma di grado 4. Il suo ultimo giorno di scuola è diventato virale.

Finisce la scuola e iniziano le vacanze, un periodo di riposo, spensieratezza e allegria per bambini e ragazzi che finalmente possono passare il loro tempo divertendosi, fuori dalle aule di scuola. Iniziano tre mesi di divertimento.

Anche per Sophi è finita la scuola ma non solo quella. Per lei è finita, positivamente, la battaglia con un male che nessun bambino dovrebbe mai conoscere. Per lei ricomincia la vita.

Sophi Eber è una bambina di 7 anni alla quale era stato diagnosticato l’anno scorso un neuroblastoma di grado 4, un tumore che fortunatamente lei è riuscita a sconfiggere.

Dopo cicli di chemioterapia e radioterapia, che aveva seguito continuando ad andare a scuola, Sophi ha finalmente terminato le terapie e i medici la hanno dichiarata ormai salva, pur se costretta periodicamente a sottoporsi a controlli di routine per scongiurare ricadute.

Sophi era entrata in classe senza capelli e senza sopracciglia, solo con il tubicino dell’ossigeno al naso. Ne esce in buona salute, con la malattia ormai alle spalle e tutti i suoi bellissimi ricci biondi. A documentare questa bellissima risalita è la maestra della bambina che ha scattato e pubblicato una fotografia della sua giovane allieva che la ritrae ora, felice e in salute, con in mano un’altra fotografia di quando invece era ancora malata.

L’immagine, intitolata “Questa è la nostra foto del buon umore quotidiano”, ha inaspettatamente fatto il giro del web e ottenuto un enorme successo, come è giusto che sia (ogni tanto qualcosa di bello che gira per la rete, non solo scemenze o fake news).

È sempre la maestra della bambina che commenta la foto pubblicata, elogiando la sua piccola studentessa:

“Quanta differenza può fare un anno di scuola! Questa immagine racconta quanto abbia attraversato la nostra ragazza e quanto la sua forza e determinazione continui a muoverci ogni giorno! Sono davvero grata di averti incontrata e di poter essere la tua maestra”.

Per Sophie l’anno scolastico appena passato rappresenta la sua battaglia per la vita e, sicuramente, la frequentazione dell’ambiente scolastico e dei suoi amici la ha aiutata a condurla, senza abbattersi ed isolarsi come spesso purtroppo accade. Per i suoi compagni, invece, un anno come gli altri che giunge al termine.

#FacceCaso

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0