Tempo di lettura: 3 Minuti

Basta telecomandi, ecco Keepy

Basta telecomandi, ecco Keepy

Dal Politecnico di Torino arriva Keepy, un passepartout digitale capace di raccogliere tutte le nostre chiavi su smartphone. Tutte le chiavi, i cance

Social influencer: Beyoncé al top su Instagram
Nextdoor, l’app per il vicinato e i mercatini di Natale
LUISS Open, una nuova piattaforma per la ricerca

Dal Politecnico di Torino arriva Keepy, un passepartout digitale capace di raccogliere tutte le nostre chiavi su smartphone.

Tutte le chiavi, i cancelli, le porte e quanto altro, in uno spazio virtuale sul nostro cellulare. È l’idea progettata e realizzata con Keepy. Un passepartout, digitalizzato, in grado di aprire porte, cancelli, disattivare antifurti, tutto senza chiavi e telecomandi fisici. È un’app, è il nostro smartphone a custodire tutto, a prendere ogni aspetto del nostro quotidiano e inserirselo dentro.

Una centralina non fisica, a cui far connettere tutto ciò che ci custodisce. Pensato al Politecnico di Torino, attraverso l’incubatore I3p, è stato così definito dallo studente e mente del progetto Silvio Lanza: “Il meccanismo funziona con una banale connessione internet, anche dalla lunghissima distanza”.

Il progetto è partito, il piano è stato realizzato, ma a questo punto manca il finanziamento. Per ovviare al problema è stata lanciata una campagna di crowdfunding su Kickstarter. Obbiettivo è raccogliere 20mila euro, il necessario per il prossimo step di startup.
“Si può aprire il cancello della propria casa a Milano anche se si è negli Stati Uniti d’America”. Ha dichiarato sempre Lanza. Addirittura un allevatore canadese ha voluto loro domandare se Keepy potesse funzionare anche a meno trenta gradi: “Ci ha scritto chiedendoci se la nostra app potesse aiutarlo ad aprire-chiudere il cancello della fattoria anche quando non è o non può essere al lavoro”.

Un’idea, che adesso diventa impresa, ma sicuramente grande iniziativa di giovani menti italiane. Se voleste aiutarli, basta andare su Kickstarter, cercare Keepy e contribuire economicamente.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0