Tempo di lettura: 2 Minuti

Facebook Database è il nostro archivio

Facebook Database è il nostro archivio

Facebook mette a disposizione un database per far reperire tutte informazioni su noi stessi che si sono accumulate in questi anni. Vediamo un po’. Su

LinkedIn, i curricula diventano Storie, con la “s” maiuscola
Da oggi anche in Italia le dirette su Instagram
Integrazione in classe? Gli insegnanti di sostegno sono il braccio destro dei ragazzi disabili

Facebook mette a disposizione un database per far reperire tutte informazioni su noi stessi che si sono accumulate in questi anni. Vediamo un po’.

Su Facebook abbiamo messo così tanto materiale su noi stessi che potrebbero farci un archivio. E infatti un archivio è ciò che è stato costruito da Facebook, con il Facebook database.
Mentre la società di Zuckerberg deve difendersi dall’affare russo, e noi qui non prendiamo troppo in considerazione la portata di questo scandalo, al contempo il social offre un modo di scandagliare il nostro passato digitale.

Dato comunque il tema caldo del problema privacy, Facebook ha deciso di creare un database personale a cui possiamo accedere e che possiamo scaricare.
In questi anni è stato archiviato di tutto su di noi.

Adesso basta andare nelle impostazioni, cliccare su download e scaricare l’archivio, da cui potremmo vedere tantissime info.
Tra queste ve ne elenchiamo alcune. Su di me (tutte le informazioni inserite sul diario, come per esempio lavoro e situazione sentimentale), Cronologia dello stato dell’account, visibilità del compleanno, chat, amici eliminati, eventi, amici, indirizzo IP (Un elenco di indirizzi dai quali si ha effettuato l’accesso al proprio account Facebook). Ma ancora ultima posizione, “Mi piace” sui post di altri, “Mi piace” di altri sui tuoi post, “Mi piace” su altri siti e molto altro ancora.

Insomma ci siamo noi dettaglio per dettaglio, una cosa molto inquietante, ma che ci fa prendere coscienza sulla realtà che abbiamo costruito online.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0