Tempo di lettura: 3 Minuti

La scienza dà ragione al Majorana: posticipare l’orario di entrata serve, eccome se serve

La scienza dà ragione al Majorana: posticipare l’orario di entrata serve, eccome se serve

Una ricerca scientifica recentemente pubblicata mostra i vantaggi del posticipo dell'orario di inizio delle lezioni, dando di fatto ragione al Majoran

Parcheggio a pagamento per UniPalermo
La scalata del Monte Fuji. Leggi l’intervista a Eric e scopri la sua esperienza!
Studenti cinesi controllati dall’intelligenza artificiale

Una ricerca scientifica recentemente pubblicata mostra i vantaggi del posticipo dell’orario di inizio delle lezioni, dando di fatto ragione al Majorana.

Qualche mese fa vi avevamo parlato dell’insolita iniziativa dell’Istituto Majorana di Brindisi, che, seguendo le orme di alcune high schools inglesi, americane e australiane, aveva deciso di posporre il suono della campanella di un paio d’ore, fissando l’inizio dell’orario delle lezioni alle 10:00.

A suo tempo l’idea della scuola brindisina era stata ampiamente criticata da coloro che sostenevano che non fosse necessario posticipare l’orario di ingresso per migliorare le “prestazioni” dei ragazzi. Ora, però, la scienza sembra in qualche modo dare ragione al dirigente scolastico del Majorana.

Una ricerca recentemente pubblicata sulla rivista Science Advances e condotta sugli studenti di due istituti di Seattle ha infatti evidenziato che ritardare il suono della campanella finanche solo di 55 minuti aiuta i ragazzi ad ottenere risultati migliori in termini di voti. Ma non solo, fa sì anche che gli studenti dormano di più, circa 34 minuti a notte per la precisione.

Lo studio mostra inoltre che prorogare l’orario d’entrata è un ottimo modo per incrementare (e non di poco) l’attenzione dei ragazzi e risulta fondamentale anche da un punto di vista prettamente organizzativo. Il posticipo dell’inizio delle lezioni diminuisce infatti i ritardi e soprattutto le assenze.

Insomma, a quanto pare sembra che qualcuno dovrà scusarsi con il preside dell’Istituto Majorana e ammettere che la sua iniziativa non fosse così inutile come si credeva. Da sempre, gli studenti combattono con la sveglia all’alba e con la “paura” di lasciare le lenzuola per affrontare una nuova giornata tra i banchi di tutta la nostra amata Italia. D’altronde qualche ora di sonno extra non fa mai male e in questo caso, anzi, sembra fare addirittura fin troppo bene.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0