Tempo di lettura: 2 Minuti

Il mio viaggio in Ladakh continua… alla scoperta dei monasteri buddhisti Pt.2

Il mio viaggio in Ladakh continua… alla scoperta dei monasteri buddhisti Pt.2

Siamo nel bel mezzo delle montagne più alte del mondo alla scoperta degli Stupa e dei monasteri buddhisti! Come vi avevo introdotto nella puntata pre

Il mio assurdo viaggio in Islanda: tra carne di squalo e geyser impazziti! Pt.2
Stanco delle solite vacanze natalizie? Prendi il volo e fai un’esperienza di volontariato a Natale!
Euromoot e Jamboree 2019: scout alla riscossa!

Siamo nel bel mezzo delle montagne più alte del mondo alla scoperta degli Stupa e dei monasteri buddhisti!

Come vi avevo introdotto nella puntata precedente (per chi se la fosse persa, basta cliccare qui), siamo in Ladakh e precisamente nel suo capoluogo Leh. Pronti per immergevi nelle più autentiche tradizioni buddhiste e scoprire i gli affascinanti monasteri buddhisti?

In arrivo a Leh, vista dall’aereo

Un arrivo un po’ traumatico…

Arrivata a Leh in aereo: ritrovarsi tutto ad un tratto a 3.500 metri d’altezza non è certo uno scherzo. E infatti… neanche il tempo di arrivare nella nostra guest house che ho ben pensato di sentirmi male per strada svenendo nei gradini d’ingresso del primo ristorante! Iniziamo proprio bene… Ma niente paura, solo un po’ di pressione bassa. Il nostro programma però per oggi prevede “riposo completo per acclimatazione”, meglio starsene un po’ tranquilli. La guest house è carinissima!

Guest house a Leh

Peccato che per me il tormento non sia finito, infatti la sera dopo aver mangiato in un grazioso ristorantino di Leh dove le condizioni igieniche non erano proprio delle migliori, mi prende un attacco di mal di pancia che dura tutta la notte…

Full immersion nel Buddhismo: monasteri buddhisti e stupa

Come vi raccontavo l’intera zona del Ladakh è tipica per le questioni religiose. Immagino vi siate chiesti cosa sono quelle bandierine colorate che svolazzano in ogni foto: sono le bandierine tibetane e in Ladakh sono proprio in ogni dove. Secondo la tradizione tibetana e nepalese regalano pace, felicità e prosperità quando appese nei punti più alti.

Bandierine tibetane

Oggi visita al primo monastero, quello di Thiksey, un convento buddhista di tradizione tibetana. Attualmente ci abitano dei monaci ma fino al 1959 questa era la residenza del Dalai Lama.

Monastero di Thiksey visto da fuori

Scatto rubato dentro al monastero

Statua di Buddha nel monastero

Siccome non vogliamo proprio farci mancare niente una visita allo Shanti Stupa non ce la toglie nessuno. Si ma… “cos’è esattamente uno stupa?!” vi chiederete giustamente voi.

Shanti Stupa di Leh

Ebbene, durante un viaggio in Ladakh gli stupa sono sicuramente la cosa che vedrete di più: sono dei monumenti buddhisti che vengono costruiti con lo scopo di conservare delle reliquie. Lo Shanti Stupa di Leh si dice che contenga delle reliquie di Buddha, fu realizzato per celebrare i 2500 anni dell’esistenza del Buddhismo ed è stato consacrato dall’attuale Dalai Lama.

Vista della valle dallo Shanti Stupa

Altro giro altro monastero… ma qualcosa va storto

Il programma che ci ha preparato Ratna Voyages prevede anche il monastero di Deskit; partendo da Leh con la macchina non ci dovrebbe volere molto. Si tratta del più antico monastero buddhista tibetano della valle e diciamo che è un po’ in mezzo al nulla. E infatti… proprio nel bel mezzo delle montagne e con circa 40 gradi all’ombra rimaniamo bloccati: niente da fare ci si è rotta la cinghia della macchina e il nostro autista comincia a correre verso il monastero in cerca di aiuto.

Passano le ore, io sono quasi cotta a puntino, ma ecco che arrivano i soccorsi e raggiungiamo il monastero. Lì, però, scopriamo che il nostro autista nel tentativo di aiutarci è svenuto per la strada ed è rimasto incosciente per molte ore, alla fine si è ripreso.

Disperazione on the road

Ma il monastero ne vale davvero la pena e incontriamo anche delle simpatiche marmotte!

Finalmente al monastero!

Il bello del viaggio è la strada e tutto ciò che per la strada si incontra, persone, bambini, paesaggi e meravigliosi luoghi di ristoro. Ovviamente tutto all’insegna della semplicità, ma è questo che a noi piace!

Paesaggio lungo la strada

Questo viaggio ancora non è finito, la prossima settimana si continua! 

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0