Tempo di lettura: 2 Minuti

Triumvirato social: Facebook + Instagram + Whatsapp?

Triumvirato social: Facebook + Instagram + Whatsapp?

I principali social network mondiali, dal 2014 sotto un unico proprietario, si uniranno in una specie di triumvirato per dare vita ad una piattaforma

Lavoro da casa? Più facile con queste app
5 corsi di Laurea che non ti aspetti – Università straniere
Il pirata Anonymous salpa in Italia: hackerati i siti di università e centri di formazione

I principali social network mondiali, dal 2014 sotto un unico proprietario, si uniranno in una specie di triumvirato per dare vita ad una piattaforma unica dove gli utenti potranno scambiare messaggi indipendentemente da quale sia il social di partenza. Progetto ambizioso ma con molti rischi, uno su tutti la sicurezza degli utenti.

Già da diversi mesi sono partiti i lavori per rivoluzionare ancora una volta il mondo tecnologico. Magari con un vero e proprio triumvirato…

Il magnate Mark Zuckerberg ha deciso, per risollevare Facebook dopo il calo di popolarità dovuto agli scandali dovuti al commercio dei dati personali degli utenti, di creare un unico social dove poter interagire. Per la realizzazione del programma non bisognerà aspettare molto: la data di uscita è stata fissata per i primi mesi del 2020.

Il solo diffondersi della notizia ha creato molti dissensi. L’opinione pubblica si è divisa su quanto possa essere sicura la diffusione di informazioni su un portale cosi globale (infatti la piattaforma collegherà Facebook con circa un miliardo di utenti Instagram e con il miliardo e mezzo di utenti che utilizzano Whatsapp). Per rispondere a questo cruccio degli internauti, il padre fondatore di FB ha dichiarato che obbligatoriamente dovrà essere presente la crittografia end-to-end, già presente su Whatsapp, visto i problemi dovuti alla mancata censura dei post.
Per quanto il progetto sia elaborato, ci sarà bisogno di migliaia di programmatori, anche se è in atto un sabotaggio interno visto che molti programmatori dell’azienda sono gia in fuga.

I fondatori delle altre due potenze della comunicazione digitale, hanno preso le distanze dal progetto di Zuckerberg perchè, secondo loro, l’unico scopo del miliardario statunitense è quello di arricchirsi lucrando e “maltrattando” le loro creazioni.
Questa unione darà vita ad una rivoluzione nel mercato digitale, dove ancora una volta il re indiscusso sarà Zuckerberg.
Fate spazio sui vostri dispositivi e tenetevi pronti.

#FacceCaso

Di Tommaso Marsili

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0