Tempo di lettura: 3 Minuti

11 Settembre 2001: il crollo delle nostre certezze

11 Settembre 2001: il crollo delle nostre certezze

18 anni fa l'attentato che colpì New York e il mondo intero. In estate, si è spenta una delle donne divenute simbolo della tragedia, la 'Lady Dust'.

GetFuture, a Pisa si va lontano
“Luxury product tester” cercasi!
Ryanair non le imbarca la carrozzina, Elena denuncia su Facebook la compagnia.

18 anni fa l’attentato che colpì New York e il mondo intero. In estate, si è spenta una delle donne divenute simbolo della tragedia, la ‘Lady Dust’.

Due torri. Due aerei. Rumore. Rumore assordante. L’invisibile cielo di New York. Polvere. Tra i granelli di polvere, Stan Honda scatta una foto che passa alla storia. Una donna, più simile ad una statua di sabbia che ad un essere vivente: Marcy Borders, la ‘Lady Dust’. La sua storia ad immagine di quel martedì mattina in cui 19 terroristi dirottano quattro aerei di linea. Due Boeing 767, l’American Airlanes 11 e l’United Airlanes 175 sono la matrice di quella sanguinosa polvere.
Sono passati 18 anni, proprio oggi. Il crollo delle Torri Gemelle ha inevitabilmente cambiato il volto di quel geoide blu che per convenzione chiamiamo Mondo. La sua eco si espande inesorabilmente in quel ticchettio di lancette che stiamo guardando proprio ora. Si espande e arriva a colpire. Ancora. Anche la ‘Lady Dust’ ci ha lasciato: lo scorso 24 agosto si è spenta, stroncata dal tumore allo stomaco causato da quella maledetta polvere. L’11 Settembre del 2001, Marcy Broders era all’81mo piano. Lavorava alla Bank of America. Il destino ha voluto che riuscisse a scendere quelle scale più velocemente possibile, che arrivasse a terra e che Honda fosse lì ad immortalare il suo sordo terrore. Avvolta da un denso strato di polvere, la Broders guarda l’obiettivo con lo sguardo di chi sa di non sapere.

 

#FacceCaso #11september

Una foto pubblicata da FacceCaso (@faccecaso) in data:


In effetti viene ancora da chiedersi il perchè di quell’attentato. C’è chi parla di complotto. C’è chi dice che era stato tutto studiato e architettato addirittura dall’allora Presidente degli Stati Uniti d’America, George W. Bush. C’è chi, purtroppo, questa mattina ha dovuto affrontare nuovamente quell’eco, il sordo terrore che la Lady Dust ha stampato nei suoi occhi impolverati nello scatto di Honda.

Oggi va così. Nessuna torre. Nessun aereo. Oggi solo tanto rumore. Un rumore assordante.

#FacceCaso

Di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0