Tempo di lettura: 1 Minuti

“Come Farla Su”, quello che la gente non sa sulla marijuana

“Come Farla Su”, quello che la gente non sa sulla marijuana

La marijuana è una potenziale risorsa da sfruttare o una piaga sociale da combattere? Il rapper Grido qualche anno fa aveva provato ad aprirci gli occ

Arrestato dopo tre anni il 25enne che rubò a scuola
Erasmus+: nuove mete oltre l’Europa
Telefoni Huawei: addio Google!

La marijuana è una potenziale risorsa da sfruttare o una piaga sociale da combattere? Il rapper Grido qualche anno fa aveva provato ad aprirci gli occhi.

Tra le tante battaglie portate avanti dall’ormai ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini ricordiamo tutti quella contro il consumo e il commercio (sia illegale che legale) della marijuana. Il Capitano della Lega tentò infatti di far chiudere i negozi che la vendono ma i tribunali gli diedero torto.

Una domanda sorge però spontanea: in un Paese nel quale nell’ultimo anno i morti per overdose da eroina sono aumentati quasi del 10% perché si fa la guerra ad una droga leggera? Forse perché è lo “stupefacente” più conosciuto e diffuso e screditandola si spera di raccattare i voti di chi, come me, non ha mai toccato neanche una sigaretta ed ha perciò diverse lacune sull’argomento.

Lacune che, con i mezzi tecnologici di cui disponiamo al giorno d’oggi, possono essere facilmente colmate. E così, facendo qualche ricerca online, mi sono imbattuto nel videoclip di “Come Farla Su”, una canzone rilasciata circa 8 anni fa dal rapper Grido in cui, tra le altre cose, viene preso in giro chi, fra molti pregiudizi e tanta disinformazione, associa la cannabis a droghe più pesanti.

Nel filmato l’artista milanese ha scelto di accompagnare le parole del suo brano con delle curiosità che appaiono in sovrimpressione e che smontano pezzo dopo pezzo tutti gli stereotipi più gettonati sulle Cannabaceae e sui loro “derivati” più conosciuti.

Impariamo così che diversi secoli fa in Cina la marijuana era usata come medicina e che oggi viene utilizzata in via sperimentale nella cura di malattie degenerative. Inoltre scopriamo che ci vogliono oltre 800 spinelli per uccidere una persona e anche in quel caso la morte non sarebbe causata da un overdose di THC, bensì da un eccesso di monossido di carbonio.

E ancora, veniamo a conoscenza anche dell’importanza della canapa a livello industriale (è alla base della produzione della cosiddetta hemp plastic) ed economico. Ne sa qualcosa il Colorado, che negli ultimi anni ha sfamato moltissimi senzatetto sfruttando la tassa applicata alla vendita di marijuana.

Insomma, Grido vuole farci capire che se usata nel modo giusto la cannabis non solo non è dannosa, ma può diventare addirittura una risorsa in diversi campi. Speriamo che il nuovo governo lo capisca e sfrutti al meglio le potenzialità di questo prodotto, con buona pace di Salvini e di chi non ha mai toccato una sigaretta, ma neanche la tastiera di un computer.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0