Tempo di lettura: 1 Minuti

Quali sono i licei che ti formano meglio per l’uni? Ecco la graduatoria!

Quali sono i licei che ti formano meglio per l’uni? Ecco la graduatoria!

L'indagine di Eduscopio per il 2019 rivela la graduatoria dei migliori licei italiani per la preparazione delle matricole universitarie. Liceo Classi

Comunque scegliere la scuola giusta può anche essere semplice, #FacceCaso
Eduscopio 2016: arriva la pagella delle scuole superiori
Arriva la classifica di Eduscopio 2017 per le migliori scuole italiane

L’indagine di Eduscopio per il 2019 rivela la graduatoria dei migliori licei italiani per la preparazione delle matricole universitarie.

Liceo Classico o scientifico? Istituto tecnico o scienze umane? Dilemmi comuni che si pongono quando si deve scegliere quale scuola superiore far frequentare ai propri figli. Per agevolare genitori e ragazzi nella scelta, la Fondazione Agnelli pubblica annualmente la classifica Eduscopio, dove si valutano sbocchi professionali e risultati universitari dei ragazzi diplomanti negli anni precedenti. I risultati della graduatoria per il 2019 sono stati resi noti proprio in questi giorni.

Per stilare l’elenco, sono stati monitorati oltre un milione e 255 mila studenti nel triennio 2013-2016 sulla base delle loro performance al primo anno di università e nell’occupazione. Tra gli indici considerati c’è anche la percentuale di alunni arrivati all’esame di maturità in 5 anni.

La valutazione è quindi differenziata tra le diverse tipologie di scuole. Non avrebbe infatti alcun senso stabilire parametri unici tra scuole che hanno obiettivi formativi diversi. Dalla ricerca è emerso un indice di occupazione subito dopo la fine degli studi scolastici generalmente in crescita sia per gli istituti tecnici (economici e tecnologici), sia per quelli professionali (servizi e industria/artigianato), rispetto all’anno scorso. Il dato è più marcato nelle regioni del centro e del Nord, ma anche nel Mezzogiorno non mancano le punte di eccellenza. Per i Licei, riporta il resoconto dell’indagine, si è cercato di dare importanza al congruo numero di diplomati mandati all’università da ciascun istituto. Così facendo si è cercato di ponderare meglio i risultati, limando i picchi di eccellenza o carenza estemporanei, dovuti a particolari singole situazioni eccezionali.

Alcuni nomi nelle principali città

A Milano il liceo scientifico Alessandro Volta è risultato il migliore. Sul podio ci sono anche il Leonardo Da Vinci e l’Albert Einstein. Tra i classici, invece, 3 dei primi quattro posti sono occupati da scuole private paritarie. Solo il Giovanni Berchet, secondo, salva il blasone proprio e degli istituti pubblici. A Roma il classico Tasso si conferma in vetta, mentre il Visconti, dopo essere sceso molto negli anni scorsi, risale fino alla seconda posizione. Terzo il Vivona. Tra gli scientifici primeggia il Righi seguito dal Virgilio e dal Cavour. A Napoli gli istituti Jacopo Sannazzaro e Convitto Vittorio Emanuele II guidano la graduatoria rispettivamente tra i classici e gli scientifici. Arrivano però dai linguistici le migliori soddisfazioni. Soprattutto per le periferie. È infatti il Quinto Orazio Flacco di Portici a confermarsi leader. Seguono il Fonseca e la privata Suor Orsola Benincasa.

Per quanto riguarda i tecnici e i professionali, risultati importanti arrivano dal Pietro Custodi di Milano, con il 73% di occupati, e l’Enrico Mattei di San Donato Milanese con il 75%. A meridione le percentuali sono decisamente più basse, ma il problema non dipende solo dalla formazione scolastica. È più che altro la condizione economica di sostanziale stagnazione ad influire negativamente. A Casoria, in provincia di Napoli, la privata Diderot raggiunge il 48% di inserimenti nel mondo lavorativo dopo il diploma. Le altre paritarie o pubbliche, si attestano quasi tutte sotto il 40%.

#FacceCaso

Di Tommaso Fefè

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0