Tempo di lettura: 1 Minuti

Ansia e social: i due nuovi (possibili) nemici causati dal dover restare a casa

Ansia e social: i due nuovi (possibili) nemici causati dal dover restare a casa

Stiamo vivendo un momento di emergenza, non è facile per nessuno, tantomeno per i giovani che dovranno fare fronte a due pericoli principali: ansia e

Abitudini della Domenica di uno studente universitario
Maturità: ansia, caffè e sigarette!
Studiare in Cina e non conoscere il cinese: un’esperienza a metà

Stiamo vivendo un momento di emergenza, non è facile per nessuno, tantomeno per i giovani che dovranno fare fronte a due pericoli principali: ansia e social network.

Ogni giorno che passa riusciamo a capire sempre più concretamente quanto è seria l’emergenza che stiamo vivendo. Molto spesso mi sembra di essere finita dentro un film o in un brutto sogno dal quale spero di risvegliarmi. Purtroppo siamo chiamati a seguire delle regole per il bene nostro e di chi ci sta attorno e inevitabilmente dobbiamo cambiare le nostre abitudini. Ci sono dei rischi però, che riguardano i giovani che in questa situazione devono stare a casa da scuola, i principali si chiamano ansia e social. Vediamo perché.

Conoscere i rischi per cercare di prevenirli

Come spiega Enrico Zanalda, presidente Sip (Società italiana di psichiatria), le conseguenze della chiusura delle scuole sono peculiari di ogni fascia di età. Se per i bimbi più piccoli il rischio principale è quello di sviluppare un’eccessivo stato di ansia, per gli adolescenti mostro principale sono i social network.

Si che per i giovani ragazzi e ragazze in età adolescenziale una delle cose più importanti sono i gruppi di amici e amiche, la vita gira tutto intorno a questo. L’impossibilità di condurre una vita normale e di frequentare le proprie amicizie ovviamente sconvolge la nostra vita. Secondo Zanlada, inoltre, la situazione di convivenza forzata con i genitori potrebbe influire negativamente nei rapporti familiari.

In tutta questa situazione il rischio di attaccarsi al cellulare e passare le giornate davanti ai social network è più intenso che mai. Non è mai stato così facile perdere tempo.

Allenarsi all’autocontrollo

Che i social siano sempre una tentazione lo sappiamo. Proprio perché riusciamo a riconoscere questa tentazione dobbiamo anche essere in grado di essere forti e di cercare di superarla. Se ci pensate, quando mai vi ricapiterà di avere del TEMPO, il tempo per fare tante cose che nella quotidianità non riusciamo. Per esempio:

  • leggere quel bel libro che tempo tenete nel cassetto;
  • guardare un bel film d’autore;
  • imparare qualche nuova ricetta mettendosi alla prova in cucina;
  • fare dei lavoretti di bricolage;

Insomma, questi sono solo degli esempi banali delle cose che si possono fare stando a casa, ma le alternative sono veramente infinite. Quante volte avreste voluto avere più tempo da dedicare a voi stessi?! Questo è il momento! 

Scriveteci qui sotto nei commenti le vostre idee creative per passare il tempo evitando così di cadere nella trappola caratterizzata da ansia e social network.

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0