Tempo di lettura: 1 Minuti

Thinking of EU: l’Unione Europea in parole, musica e colori

Thinking of EU: l’Unione Europea in parole, musica e colori

Inizia la seconda edizione di Thinking of EU, il progetto che invita i giovani di tutta Italia a raccontare l’Unione Europea utilizzando l’arte. L’un

Quando la scuola dimentica: il 9 maggio
Al via la terza edizione del premio innovazione Leonardo
Abbandono scolastico? No, grazie

Inizia la seconda edizione di Thinking of EU, il progetto che invita i giovani di tutta Italia a raccontare l’Unione Europea utilizzando l’arte.

L’università LUMSA di Roma e l’Osservatorio Germania-Italia-Europa (OIGE) hanno lanciato per il secondo anno consecutivo un progetto molto originale: i giovani artisti italiani saranno chiamati a utilizzare la creatività per descrivere la loro percezione dell’Unione Europea. Questo, è il Thinking of EU !

L’iniziativa prevede l’utilizzo di diverse arti, come la musica, la letteratura o le arti visive. Tutti i giovani d’Italia tra i 15 e 35 anni, sia singolarmente che in gruppo, possono dare libero sfogo al loro talento partecipando al contest. E per chi fosse interessato, siete ancora in tempo! Infatti, il termine ultimo per inviare le candidature è il 24 aprile 2020.

Chi vince?

Una volta raccolti tutti i progetti, una giuria di esperti si occuperà di selezionare le opere migliori, quelle in grado di raccontare l’Unione Europea in modo più originale. I vincitori saranno invitati a partecipare ad una conferenza pubblica, organizzata a Roma presso l’Università LUMSA nel mese di Maggio 2020 (sperando che la situazione si plachi in po’…), dove gli autori potranno presentare, illustrare, e magari anche suonare, i loro lavori. Ovviamente non mancherà la cerimonia di premiazione con tanto di targhe commemorative.

Un messaggio positivo in tempi di crisi

Anche i più ottimisti dovranno ammettere che quest’anno non è iniziato proprio nel migliore dei modi. Tra la “terza guerra mondiale” di qualche mese fa, gli incendi in Australia e la psicosi Coronavirus di oggi, è sicuramente utile ricordare valori come quelli di unità, solidarietà e supporto. In questo senso il progetto Thinking of EU arriva proprio al momento giusto. Infatti, invitare i giovani artisti italiani a riflettere su questioni così importanti aiuterà la diffusione di un messaggio ottimista in un momento così critico.

Senza ombra di dubbio si tratta di un progetto innovativo. Poeti, scrittori, musicisti, fotografi e chi più ne ha più ne metta, utilizzeranno la loro arte per raccontarci l’Unione Europea da un’altra prospettiva. Se siete curiosi come me sappiate che i lavori migliori saranno pubblicati sui profili ufficiali della LUMSA e dell’OIGE, così che anche noi potremo dare un’occhiata alle opere premiate. Non ci resta che aspettare…E che vinca il migliore!

#FacceCaso

Di Alice Favazza

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0