Tempo di lettura: 3 Minuti

Social e cultura: intervista ai creatori della pagina Instagram “universalmenteutile”

Social e cultura: intervista ai creatori della pagina Instagram “universalmenteutile”

Abbiamo intervistato i creatori di "universalmenteutile", la pagina Instagram che dimostra come social e cultura possano andare di pari passo. Oggi p

Ti piacerebbe scrivere per Ansa.it? #VistodaiMillennials è la tua occasione!
Miur: quanto ne sai di Ovidio?
2019: il Best of di Benedetta Erasmo

Abbiamo intervistato i creatori di “universalmenteutile”, la pagina Instagram che dimostra come social e cultura possano andare di pari passo.

Oggi parliamo della parte utile dei social. Conosciamo tutti Instagram, e sappiamo che il suo utilizzo è cambiato nel corso degli anni. Se prima nasceva per la condivisione di foto, oggi dietro quelle foto c’è molto di più. Molti progetti sono nati per unire l’utile al dilettevole, utilizzando le piattaforme social per trasmettere informazioni utili. Tra questi c’è anche universalmenteutile, la pagina Instagram che vi racconterò oggi, usando le parole dei creatori stessi.

“Universalmenteutile è nata circa un mese fa, quando ad un ragazzo del team è venuto in mente di creare una pagina gestita da studenti che si occupasse di argomenti che spesso i giovani trascurano.”

Dagli studenti per gli studenti

Il progetto è interamente gestito da studenti liceali o giù di lì. Il denominatore comune è uno solo: la giovane età e la voglia di utilizzare i social in modo più smart.

“Per il momento siamo sette studenti, ognuno dei quali ogni giorno pubblica il proprio articolo elaborato nella propria area di competenza.”

Il background così vario degli studenti coinvolti fa sì che contenuti siano molto diversi tra loro. Si passa da temi considerati più complessi come l’economia o la politica, a rubriche più leggere che riguardano musica, cinema e teatro.

“Noi non ci occupiamo di un tema predefinito; lasciamo infatti ad ogni studente la libertà di potersi esprimere sulla base di quelle che sono le singole passioni ed attitudini. Nel team che lavora dietro questo progetto, sono presenti studenti che frequentano indirizzi musicali, scientifici e laboratori teatrali.”

Qual è l’obiettivo di questo progetto?

“L’obiettivo principale di questa pagina è quello di avvicinare i followers a tematiche troppo spesso trattate con poca attenzione. Abbiamo riscontrato nella nostra generazione una perdita di passione e responsabilità sociale nei confronti dell’informazione quindi crediamo sia importante diffondere sulla stessa pagina un contenuto informativo variegato.”

Non c’è che dire, vedere giovani liceali impegnarsi nell’usare i social in modo così creativo e intelligente è sempre bello. Se la pensate come me e siete curiosi, cliccate qui per dare un’occhiata alla pagina!

#FacceCaso

Di Alice Favazza

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0