Tempo di lettura: 3 Minuti

Miur: quanto ne sai di Ovidio?

Miur: quanto ne sai di Ovidio?

Il Miur sta cercando giovani studenti per dar vita al Comitato dei 50 ovidiani. Un’iniziativa per celebrare il poeta romano, in occasione dei 2000 ann

Sapienza per lo sviluppo sostenibile
Il Servizio Civile: formazione alternativa per i Giovany
Estate per i ragazzi autistici, gli appelli inascoltati di Ugo Mainolfi

Il Miur sta cercando giovani studenti per dar vita al Comitato dei 50 ovidiani. Un’iniziativa per celebrare il poeta romano, in occasione dei 2000 anni dalla morte.

Selezioni aperte al Miur

Chi ha studiato o studia ancora il latino, lo conosce sicuramente: Ovidio, poeta romano ed esponente della letteratura latina.
Molti studenti sono rimasti incastrati nella traduzione di una sua opera o semplicemente hanno passato diverse ore a studiare la sua letteratura latina.
Ma non è stato tempo perso, perché il Miur ha deciso di ripagare i loro sforzi!

Il Comitato dei 50 ovidiani

Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca apre le proprie selezioni. Il Miur è alla ricerca di giovani laureati, studiosi e appassionati di Ovidio e delle sue opere.
La selezione servirà per costituire il Comitato dei 50 ovidiani!
La Repubblica italiana celebra il poeta, promuovendo e valorizzando la sua opera in ambito nazionale ed internazionale, in occasione dei 2000 anni dalla morte del poeta romano. Il comitato parteciperà in prima linea alle celebrazioni. Infatti, l’obiettivo dell’iniziativa è quello di sfruttare le conoscenze di giovani studiosi, per organizzare attività, a livello nazionale e internazionale.

Chi può partecipare?

Potranno partecipare gli studenti, di età inferiore a 25 anni, dei licei, delle Università e delle Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica italiane.
Per gli studenti liceali, sono richiesti i seguenti requisiti:

    • aver vinto il Certamen Ovidianum o altra competizione in lingua latina dedicata al Poeta;
    • e/o aver partecipato a progetti nazionali o regionali dedicati ad Ovidio.

Per gli universitari, sono richiesti i seguenti requisiti:

    • una tesi di laurea di argomento ovidiano;
    • e/o un progetto di ricerca di argomento ovidiano;
    • oppure la pubblicazione di articoli, monografie o saggi sempre inerenti alla figura di Ovidio.

La domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione dovrà essere compilata entro il 18 luglio 2019.
La selezione avverrà per titoli. La valutazione delle domande è affidata ad una apposita Commissione, nominata dal Ministero.
È possibile avere ulteriori informazioni consultando il bando.

Finalmente potrebbero essere ripagate le ore passate a tradurre e a studiare Ovidio. Quindi, inviate la vostra domanda di partecipazione e non perdete quest’occasione. perché, come disse il poeta, “Gettate sempre il vostro amo: nello stagno in cui meno ve lo aspettate troverete un pesce.”.

#FacceCaso

Di Claudia Marano

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0