Tempo di lettura: 3 Minuti

Che significa “queer”? Impariamo a usare bene le parole

Che significa “queer”? Impariamo a usare bene le parole

Facciamo tutt* insieme un salto nel mondo LGBTQ+ per chiarirci le idee sul significato di queer e per iniziare ad esprimerci con più cognizione di cau

La musica 8D è il fenomeno del momento! Ecco cos’è e perché tutti ne vanno pazzi
Tre mesi di stage a Calcutta durante la stagione dei monsoni. La mia incredibile esperienza
Professori: le gaffe della maturità

Facciamo tutt* insieme un salto nel mondo LGBTQ+ per chiarirci le idee sul significato di queer e per iniziare ad esprimerci con più cognizione di causa.

Stiamo vivendo un periodo storico nel quale si fanno molti progressi dal punto di vista dell’inclusione. Purtroppo però c’è ancora moltissima confusione e disinformazione; con questo articolo vorrei partire sul fare chiarezza attorno al significato di queer che troppo spesso rimane una grande incognita.

Questo che vi propongo oggi è un tema molto complesso e in cui è facilissimo sbagliarsi. Iniziamo a fare un po’ di chiarezza perchè le parole sono importanti e, soprattutto, chi scrive e comunica riferendosi a un pubblico ampio non può più permettersi di fare banali errori.

Siamo tutt* d’accordo col fatto che non siamo solo o “uomini” o “donne”, “maschi” o “femmine”? Bene, questo è primo passo da comprendere. Esistono persone nate in un corpo di uomo ma che si sentono donne, o vice-versa quindi “transgender” o c’è chi non si riconosce in nessuno dei due e si definisce semplicemente “gender fluid”.

Attenzione: questo non ha niente a che fare con l’orientamento sessuale! Quest’ultimo si riferisce al sesso rispetto al quale ci sentiamo attratti.

Il termine “queer”

Torniamo al focus di questo articolo. Che significa esattamente “queer” e in che contesto e in che modo va utilizzato?

Innanzi tutto, come avrete immaginato, il termine riprende una parola inglese “queer” che letteralmente significa “strano” o “bizzarro”. Il significato che gli viene oggi attribuito nell’ambito delle teorie di genere deriva da uno studio pubblicato nel 1991 da Teresa De Lauretis.

Oggi il termine “queer” si riferisce, sia negli studi di genere sia nella vita quotidiana, a tutti coloro che non riescono a identificarsi semplicemente nell’essere uomo o donno. Possono essere queer sia le persone transgender sia le persone gender fluid.

In ogni caso, come riporta lEnciclopedia Treccani, il termine in Italia molte volte viene anche utilizzato per riferirsi alla comunità LGBTQ+ (dove la Q starebbe appunto per queer). Infatti, nel nostro Paese il termine non ha acquisito l’importante valenza politica che ha acquisito in altri paesi anglofoni.

A mio avviso sarebbe bene che ognuno di noi iniziasse a dare alle parole il peso e il significato giusto, imparando a fare attenzione alle questioni di genere anche se non se ne parla mai abbastanza.

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 2
  • comment-avatar
    ned 4 mesi

    esistono uomini e donne cis, nella minoranza ci sono uomini e donne trans e vanno risopettati

  • DISQUS: 0