Tempo di lettura: 3 Minuti

Nüwa, la capitale di Marte: presentato il progetto della città sul Pianeta Rosso

Nüwa, la capitale di Marte: presentato il progetto della città sul Pianeta Rosso

Gli ottimisti prevedono l'inizio della realizzazione per il 2054: Nüwa sarà probabilmente la prima città su Marte, sostenibile e autosufficiente. La

Al salone del mobile con QUASAR DESIGN UNIVERSITY!
Aero: la penna-matita che scrive all’infinito

Pagati per fare… nulla: borse di studio particolari all’università di Amburgo

Gli ottimisti prevedono l’inizio della realizzazione per il 2054: Nüwa sarà probabilmente la prima città su Marte, sostenibile e autosufficiente.

La prima città su Marte si chiamerà Nüwa. Progettata dallo studio di design e architettura industriale Abiboo, potrà ospitare 250mila abitanti. Sulla scia emotiva generata dalla missione di Perseverance sul Pianeta Rosso, i progettisti non hanno resistito e hanno ideato la capitale marziana.

Secondo il progetto dello studio Abiboo, Nüwa sarà la prima di cinque città marziane che potranno ospitare complessivamente un milione e duecentocinquantamila abitanti (terrestri). I lavori per la realizzazione del nucleo abitato marziano potrebbero partire nel 2054 e concludersi entro il 2100.

A causa della pressione atmosferica, le costruzioni marziane non possono essere come quelle terrestri, rischierebbero di esplodere. Così, per sfruttare al massimo il paesaggio naturale di Marte, Nüwa e i suoi edifici saranno posizionati lungo i pendii di scogliere marziane in punti strategici, con abbondante accesso all’acqua. Una di queste sarà Tempe Mensa, nella parte centro settentrionale del Pianeta.

Si tratterà dunque di una città verticale inserita nella roccia, protetta da meteoriti e, in particolare, dalle radiazioni. Le costruzioni potranno comunque godere della luce solare e saranno tubolari e modulari. I macro-edifici che ospiteranno le persone comprenderanno elementi residenziali e abitativi e saranno collegati tra loro da una rete 3D di tunnel.

Nüwa sarà completamente autosufficiente. Nella fase iniziale dipenderà da denaro e rifornimenti provenienti dalla Terra, ma successivamente sarà in grado di provvedere a sé stessa con colture coltivate e trasformando l’anidride carbonica in ossigeno. Nüwa è l’antica dea cinese della creazione, che generava gli esseri umani plasmandoli dall’argilla.

Il progetto di Nüwa realizzato da Abiboo è stato selezionato, insieme ad altri 9, tra oltre 175 provenienti da tutto il mondo e presentato alla 23esima Convention internazionale annuale della The Mars Society.

#FacceCaso

Di Luca Matteo Rodinò

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0