Tempo di lettura: 3 Minuti

Inquinamento e ghiaccioli: l’arte a servizio del pianeta

Inquinamento e ghiaccioli: l’arte a servizio del pianeta

Da un'idea degli studenti di arte dell'Università di Taiwan, nascono i ghiaccioli contro l'inquinamento. Polvere e immondizia, alghe e sporcizia. Hai

Le dritte di #FacceCaso per un Ferragosto Anti-Covid
Crolla lo smog a Milano
La Scuola va: 53mila nuove assunzioni a settembre

Da un’idea degli studenti di arte dell’Università di Taiwan, nascono i ghiaccioli contro l’inquinamento. Polvere e immondizia, alghe e sporcizia.

Hai mai pensato, davvero, al problema dell’inquinamento? Certo che no, non è così importante. Non ancora almeno, perché sotto i tuoi occhi hai la stessa solita vita di sempre. Le macchine vanno, le fabbriche producono, i treni corrono e gli allevamenti intensivi ti danno la possibilità di mangiare i tuoi 5 Kg di carne al giorno. Di cosa ci dovremmo preoccupare?

Certo, ogni tanto fa un po’ più caldo del solito. Magari il termometro misura qualche grado in più l’estate. Chi lo sa. Ma che ce frega: tanto ci stanno i gelati!! Quanto sono buoni? Artigianali, sfusi, rossi, bianchi, gialli, con la panna, senza la panna, dentro la coppetta o dentro il cono, nella brioche o con la nutella sopra… Gnam!

Quanto suono buoni i ghiaccioli…

E poi ci sono loro: i ghiaccioli. Ti rinfrescano in 5 minuti e ti lasciano uno stupendo sapore in bocca. Proprio di loro vorremmo parlarti, e di un progetto dedicatogli da alcuni studenti. Che ne dici quest’estate di provare quelli di Polluted Water Popsicles?

…soprattutto quando sanno di realtà e verità

Sono degli ottimi ghiaccioli, disponibili in vari gusti: smog, terra, alghe, sporcizie varie, plastica, insetti, rifiuti di ogni genere! Ce n’è per tutti i gusti.

Ad avere la geniale idea gli studenti dell’Accademia Nazionale di Belle Arti di Taiwan, che hanno voluto far sapere al mondo che ogni tanto al problema dell’inquinamento ci si dovrebbe pensare un pochino. Ma giusto un pochino. Il tempo dello scioglimento di un ghiacciolo, ad esempio.
Hung I-chen, Guo Yi-hui e Cheng Yu-ti sono andati in giro per il loro paese, raccogliendo campioni di acqua inquinata da 100 diverse sedi a Taiwan.

Sarebbe bello se il loro pensiero sfiorasse anche per un solo secondo le menti dei governi. Certo ora hanno a che fare con un altro problema. Ma, magari, combattere l’inquinamento potrebbe anche aiutare a non sviluppare più certe malattie o virus. Chissà.

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0