Tempo di lettura: 1 Minuti

Dj Bront pubblica l’album “Musica Illecita” pieno di collaborazioni

Dj Bront pubblica l’album “Musica Illecita” pieno di collaborazioni

DJ Bront raddoppia: fuori in tutti disponibile su tutti i digital store e piattaforme streaming "Musica Illecita" e per la rotazione radiofonica, è st

La RIAA cambia le regole del mercato musicale: 1500 visualizzazioni valgono come un disco venduto
L’America: fuori ora il nuovo video del cantautore toscano Gionata
Rap top: i 7 dischi più venduti della storia

DJ Bront raddoppia: fuori in tutti disponibile su tutti i digital store e piattaforme streaming “Musica Illecita” e per la rotazione radiofonica, è stato scelto il singolo “Tu non stai con me”.

“Il titolo “Musica Illecita” è volutamente ironico, tanta la burocrazia per depositare un disco di questo genere in maniera corretta e rispettosa di tutti i regolamenti, ma dopo 3 mesi di lavoro DJ Bront è riuscito a rendere “lecito” ciò che a monte sembrava impossibile da realizzare”.

“Musica Illecita” disco concepito per realizzare il sogno che DJ Bront porta dentro di sé fin da quando si è avvicinato al mondo del Djing e dello Scratch, ovvero, quello di creare un disco in cui il Dj sia in primo piano.
“Musica Illecita” è un disco che in Italia non credo sia mai stato ascoltato prima, perché abbraccia il movimento underground del giradischi, ma strizza un occhio al rap ed ai generi affini, per diventare accessibile a tutti”.

«”Tu non stai con me” nasce una sera dopo una conversazione con Yazee, il mio produttore – dichiara Dj Bront. Eravamo in studio io e stavamo lavorando al disco, quando mi dice di aver scovato un ragazzo talentuoso proveniente dalla provincia di Como, di nome Sanchee. Apre Instagram e mi fa sentire l’unico brano del ragazzo, un video su IGTV chiamato “Curriculum”. Il pezzo era veramente potente, allora decidiamo di incontrarci in studio per parlare e coinvolgerlo nel mio progetto. A me non importava che fosse emergente, quel video su IGTV faceva capire chiaramente le capacità del ragazzo e, dal canto suo, era entusiasta all’idea di poter partecipare al mio disco. Quindi mi ha mandato l’ a cappella proprio di “Curriculum”, l’unico brano registrato fino a quel momento, e ci ho lavorato. Nel mio disco parto da dei vocal per estrapolare i concetti che sento miei ed esprimere me stesso. Ne è uscita una traccia ancora più incisiva, che lancia un messaggio chiaro e prende le distanze da una scena dove troppo spesso conta più l’apparire del concreto e in cui il significato intrinseco è: “Non importa cosa dicano o cosa facciano gli altri, sono qui per prendere il mio posto nella scena, anzi, l’ho già fatto … E tu non stai con me”.

DJ BRONT racconta così il suo album “MUSICA ILLECITA” :

Il Dj viene sempre visto come una figura che sta dietro ad un frontman, ma non è così. Ho dedicato anni di studio allo scratch, ho vinto 4 titoli italiani e partecipato a 3 mondiali, so che il Dj (per come lo intendo io) è più di un “supporto”.
La mia idea è semplice: prendere un a cappella di un brano, estrapolare delle frasi o smontarle e rimontarle per esprimere ciò che voglio dire, utilizzando delle tecniche semplici di scratch per rimanere musicale e comprensibile. Infine – continua Dj Bront – con gli effetti più adatti per lo scratch sviluppare una parte più virtuosa con la quale trasmettere emozioni, senza usare le parole.
Avevo già costruito con Real Talk, per il loro Real Talk Cypher vol.1, realizzato dei banger e sapevo che era arrivato il momento per esprimere me stesso al 100%, senza vincoli e senza regole.
Avendo le abilità per fare tecnicamente gli scratch, potevo creare qualcosa che in Italia ancora non c’era: ho chiesto la collaborazione a diversi artisti italiani, per lo più rapper, non guardando numeri o views, ma basando la mia scelta sulla stima nei loro confronti, sia personale che musicale.
Le persone – conclude Dj Bront – a cui l’ho proposto hanno reagito con entusiasmo all’idea di questo progetto: ho chiesto a Warez che ha coinvolto Remmy; Anima Flacko che ha fatto lo stesso con Rio Santana; Lanz Khan che ho sempre ritenuto un grande scrittore; Tera che mi aveva stupito per il suo modo di rappare; Bizzy Classico, Montenero e FatFat Corfunk che hanno accompagnato la mia adolescenza con i loro brani; Sensei con cui avevo già avuto il piacere di collaborare; Nico Kyni che ritengo un talento della nuova wave in Italia ed infine Slava e Sanchee, che mi sono stati presentati da Yazee, produttore dei beat, e con i quali è scattata subito una grande affinità.

TRACKLIST:

1.Dj Bront – Ninja 4 Life feat Warez & Remmy
2.Dj Bront – Prega feat Anima Flacko & Rio Santana
3.Dj Bront – Rap o Trap (Spacco uguale) feat Slava
4.Dj Bront – Ombre feat Lanz Khan
5.Dj Bront – Cronache feat Tera
6.Dj Bront – Tu non stai con me feat. Sanchee
7.Dj Bront – Milano State of Mind feat. Bizzy Classico & Montenero
8.Dj Bront – Nella Scena feat Sensei
9.Dj Bront – Resta così feat Nico Kyni
10.Dj Bront – L’Hip Hop e le Poesie feat FatFat Corfunk
11.Dj Bront – Sinfonia

Tutte le tracce sono prodotte da Yazee.

Chi è Dj Bront

Dj Bront, classe ‘93, Milano, è un dj più volte affermatosi nella scena come campione italiano nelle competizioni più importanti riguardo all’arte del Turntablism. Ha iniziato la sua carriera nel 2014 specializzandosi nello scratch e nel beat jungle. Fin da subito si avvicina al mondo delle gare e nel 2018 diventa campione italiano dell’IDA (International Dj Association) Technical Category e questo lo porta a rappresentare l’Italia al campionato mondiale IDA World Dj Championship tenutosi a Cracovia (Polonia). Dopo la vittoria nell’IDA Italy inizia, nei primi mesi del 2019, una collaborazione con il format Real Talk, una delle realtà più importanti del panorama Rap/Hip Hop Nazionale, prendendo parte alla rubrica Real Talk Street insieme ad artisti del calibro de L’Elfo, Sensei, Tera ecc. Inoltre, prende parte all’evento Real Talk live al Carroponte di Milano come resident dj e partecipa alla creazione del disco Real Talk Cypher Vol.1, un disco innovativo che racchiude tutto il meglio delle prime stagioni di Real Talk, mixato e con l’aggiunta degli scratch e brani inediti. Sempre nel 2019 vince a maggio la Battle For Supremacy al DMC (Disco Mix Club) Italy e a luglio la Killa Combat Scratch, diventando il primo dj a vincere tutte e tre le maggiori competizioni italiane in meno di 12 mesi. La vittoria nel DMC Italy gli consente di rappresentare l’Italia anche nel campionato mondiale DMC World Dj Championship a Londra (Inghilterra). Nel 2020 viene chiamato in giuria alla Killa Combat Scratch, vista la sua vittoria dell’anno precedente in questa e nelle altre manifestazioni, oltre ad essere chiamato come special guest in diverse manifestazioni online durante il lockdown causato dal Covid. Durante l’estate compare nel video “Cavalli Pazzi” un featuring organizzato da Real Talk per la sua rubrica Street con L’Elfo e Sensei, in cui si occupa dello scratching nel brano. A Ottobre 2020 prende parte al DMC Italy 2020 Online classificandosi al 1° posto e diventando campione italiano, traguardo che lo porterà a partecipare al DMC World Online Dj Championship.
Durante tutto il 2020 lavora al suo disco, il suo primo disco, che è unico nel suo genere in quanto prevede la partecipazione di 13 rapper, ma è totalmente basato sullo Scratch. Tutto il disco è prodotto da Yazee, uno dei producer multiplatino più apprezzati in Italia e che si è già affermato da tempo grazie alle sue collaborazioni con artisti del calibro di Salmo, Nitro, Fabri Fibra ecc All’interno del suo disco, Dj Bront, ha estrapolato delle frasi da alcuni brani a cappella dei rapper più in forma del momento, per poi ricostruire brani del tutto innovativi dandogli un senso personale e con lo scratch come protagonista, utilizzando anche i più classici effetti.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0