Tempo di lettura: 1 Minuti

Giuseppe Conte all’Università: potrà tornare a tenere lezioni per i suoi allievi

Giuseppe Conte all’Università: potrà tornare a tenere lezioni per i suoi allievi

Il Presidente del Consiglio dei Ministri uscente, Professor Giuseppe Conte, potrà tornare all'Università di Firenze, dove è atteso con molta ansia. S

Le migliori scuole di moda italiane nel mondo del 2019
La Mussolini a Firenze, i sindacati non la vogliono
Firenze incontra Shanghai

Il Presidente del Consiglio dei Ministri uscente, Professor Giuseppe Conte, potrà tornare all’Università di Firenze, dove è atteso con molta ansia.

Spesso lo abbiamo sentito chiamare “Professore”. Il Presidente del Consiglio uscente, Giuseppe Conte, potrà tornare ad insegnare all’Università degli Studi di Firenze, dov’è docente di diritto privato. Lì è attesto con grande entusiasmo, in particolare dal rettore Luigi Dei.

Dei ha infatti commentato dicendo che il Professore ha dimostrato “grande competenza e precisa statura morale”. “Ha dato sicuramente lustro alla nostra Università”, continua, “e ha rappresentato un elemento di orgoglio per l’Ateneo”. Per un’Università è sempre un prestigio poter contribuire con i propri docenti al funzionamento della res publica e delle istituzioni, e per l’ateneo di Firenze, come per molti altri in Italia, non è la prima volta.

Giuseppe Conte tornerà automaticamente alla vita accademica. Da Presidente del Consiglio, secondo la legge 383/1980, è entrato in aspettativa obbligatoria e riprenderà possesso della sua cattedra non appena Palazzo Chigi comunicherà al Rettore che la carica è decaduta. Potrebbe rientrare in aula già il 22 febbraio, data d’inizio del secondo semestre dell’anno accademico, ma questo dipenderà dalla programmazione dell’insegnamento. Se in questo semestre non fossero previste lezioni per lui, il Professor Conte si potrebbe dedicare alla ricerca, lo studio e i colloqui con gli studenti.

Giuseppe Conte, da Presidente del Consiglio, è stato spesso sostenuto dai suoi allievi. Il ritratto che ne hanno delineato è stato sempre quello di un docente disponibile, competente e dalla parte degli studenti. Una sua ex laureanda, Giulia Vazzana, intervistata da La Nazione nel giugno 2020, raccontava che il Professore arrivava spesso di corsa a Firenze, perché abitava a Roma, dove insegnava anche presso la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli (Luiss).

Ma c’è un’unica domanda che ci ronza in testa: siamo sicuri che l’avventura politico-istituzionale di Giuseppe Conte si concluda qui? Lo vedremo, ma nel frattempo, in bocca al lupo al Professore e i suoi studenti!

#FacceCaso

Di Luca Matteo Rodinò

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0