Tempo di lettura: 3 Minuti

Politica Netflix, che cosa sta succedendo tra Social e Governo?

Politica Netflix, che cosa sta succedendo tra Social e Governo?

Nell’ultimo periodo moltissimi influencers e personaggi famosi sui social hanno iniziato ad esporsi su temi di attualità. Servirà davvero ad avvicinar

Vintage? Non è mai stato così trendy e da kitsch a chic è un attimo
Fedez for Bershka: ecco cosa ne pensa una studentessa di moda
Vuoi fare l’influencer? Ora c’è la laurea!

Nell’ultimo periodo moltissimi influencers e personaggi famosi sui social hanno iniziato ad esporsi su temi di attualità. Servirà davvero ad avvicinare i cittadini alla politica e ai temi sociali?

Il primo è stato Fedez, già seguitissimo e esposto su vari temi di attualità e politica, che ha tenuto una diretta con Alessandro Zan, il promotore del disegno di legge sull’omotransfobia. Sua moglie Chiara Ferragni ha invece denunciato la sbagliata gestione dei vaccini in Lombardia.Poi è stata la volta di Aurora Ramazzotti, che, attraverso delle storie pubblicate su Instagram ha denunciato delle molestie di cui era stata vittima per strada, aprendo un dibattito che è andato avanti per settimane sui social sul tema del catcalling.

Moltissimi si sono interrogati su questo nuovo modo di approcciare la politica. Secondo Lorenzo Pregliasco, giornalista di Youtrend, si tratta di “issuefication” della politica che tenderà ad organizzarsi su questioni specifiche che verranno affrontate una alla volta. Dal catcalling all’omofobia, passando per l’ecologia e l’immigrazione, ci focalizzeremo su singoli temi portati alla nostra attenzione dai creators che hanno raggiunto una popolarità e un raggio d’azione.

Come ha detto Francesco Oggiano su Will Media, l’agenda sarà dettata dai cosiddetti “creators” che, essendo persone abituate ad esporsi e a catalizzare opinioni ed attenzioni, tenderanno a voler portare il loro seguito ad informarsi e pensare.

Ovviamente tutto questo è dato dai cambiamenti che la nostra società ha attraversato negli ultimi decenni, dall’avvento del digitale alla perdita di importanza e pervasività dei tradizionali partiti. Questo fenomeno non è nuovo, in realtà, in America da anni personaggi famosi, sportivi e cantanti si espongono ad esempio supportando un candidato piuttosto che l’altro alle presidenziali.
Secondo voi è utile che gli influencers e i creators si espongano così tanto su temi non di loro stretta competenza? Aiuterà ad avere una cittadinanza più consapevole e ad avvicinare anche i cittadini più estranei a questo tipo di dinamiche alle questioni sociali? Il dibattito pubblico ovviamente si allarga, tutti possono partecipare e iniziare ad avere gli strumenti per formarsi una propria opinione, allo stesso tempo bisogna essere attenti perché il discorso rischia di polarizzarsi troppo ed escludere chi non la pensa come noi.

#FacceCaso

Di Beatrice Offidani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0